ISSN: 2038-0925

L’Italia tra due secoli

CIREC

15-17 giugno 2011, Università di Bologna, Aula Magna di Santa Cristina

(Piazzetta Giorgio Morandi n. 2) -

Convegno di studi promosso dal

Cirec (Centro interuniversitario per la ricerca sull’età contemporanea)

in collaborazione con la Società italiana per lo studio della storia contemporanea (Sissco),

il Dipartimento di Discipline Storiche, Antropologiche e Geografiche,

Il Dipartimento di Politica, Istituzioni, Storia

e l’Istituto Storico Parri dell’Emilia-Romagna


Programma

mercoledì 15 giugno 2011
Tra due crisi
ore 15:00-19:00
Michele Salvati L’economia italiana nella globalizzazione
Adriano Giannola Questione meridionale e politiche di sviluppo nell’Unione Europea
Stefano Musso Le relazioni industriali: concertazione e pluralismo
Francesco Forgione L’economia criminale
discutono
Salvatore Biasco, Giovanni Federico
giovedì 16 giugno 2011
La “seconda repubblica”
ore 09:00-13:00
Salvatore Lupo La crisi della Repubblica dei partiti
Alfio Mastropaolo Il populismo e l’antipolitica
Alberto Vannucci Economia, politica, corruzione
Raimondo Catanzaro Spirito civico, fiducia e coesione sociale
Maurizio Fioravanti Le trasformazioni del modello costituzionale
discutono
Paolo Pezzino, Augusto Barbera
ore 15:00-19:00
Mariuccia Salvati Nazione e regioni
Piero Caracciolo Il decennio riformista
Francesco Ramella L’Italia di mezzo: le ex regioni rosse
Paolo Segatti La “questione settentrionale”
Gabriella Gribaudi La questione meridionale
discutono
Paolo Capuzzo, Maurizio Ridolfi
venerdì 17 giugno 2011
Intellettuali e culture nell’Italia che cambia
ore 9:00-13:00
Antonio Tricomi Intellettuali e storia d’Italia
Stefano Calabrese Letteratura e postnazione
Alberto De Bernardi Culture politiche e narrazioni storiche
Alberto Melloni Cristiani d’Italia tra due secoli
Marica Tolomelli Comunicazioni di massa e sfera pubblica
Discutono
Luigi Ganapini, Niva Lorenzini
ore 14.30-16.30
Assemblea soci Cirec
ore 16:30-19:00
Tavola rotonda
Nazione e postnazione
Presiede
Andrea Graziosi
Interventi di
Marc Lazar, Marcello Flores e Nadia Urbinati


Scrivi un commento