ISSN: 2038-0925

12-A/ Monfalcone, storia di un cantiere navale

di Stefania Elena Carnemolla

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 12, 4|2012

.

.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.

.

SALA A

Le origini, la nascita del Cantiere Navale Triestino

Il 31 gennaio 1907 l’Osservatore Triestino annunciò la costruzione, a Monfalcone, di un cantiere navale ad opera degli armatori Callisto e Alberto Cosulich, originari di Lussino. L’arrivo a Monfalcone dei Cosulich, già attivi a Trieste con l’Unione Austriaca di Navigazione e ancor prima con la F.lli Cosulich, coincise con l’emanazione della legge del 23 febbraio 1907 per la «sovvenzione della marina mercantile e il promovimento delle costruzioni navali», un inedito per la legislazione austriaca in virtù dei contributi di costruzione, ora concessi ai cantieri, che andavano ad affiancarsi a quelli tradizionali di viaggio ed esercizio.
.

Pannello 1: I fratelli Cosulich

Ritratto di Callisto Cosulich (1847-1918), figlio del capitano e armatore Antonio Felice, fondatore, con il fratello Alberto, del Cantiere Navale Triestino. 1° gennaio 1910 1/ Ritratto di Callisto Cosulich (1847-1918), figlio del capitano e armatore Antonio Felice, fondatore, con il fratello Alberto, del Cantiere Navale Triestino. 1° gennaio 1910 – © Archivio Cosulich
Ritratto di Alberto Cosulich (1849-1927), figlio del capitano e armatore Antonio Felice, fondatore, con il fratello Callisto, del Cantiere Navale Triestino. 1° gennaio 1910 2/ Ritratto di Alberto Cosulich (1849-1927), figlio del capitano e armatore Antonio Felice, fondatore, con il fratello Callisto, del Cantiere Navale Triestino. 1° gennaio 1910 – © Archivio Cosulich

.

Pannello 2: Nascita del cantiere navale triestino

Frontespizio del "Bollettino delle Leggi dell’Impero" con la legge datata Vienna 23 febbraio 1907 sulla «sovvenzione della marina mercantile» e il «promovimento delle costruzioni navali». La legge fu alla base della nascita del Cantiere Navale Triestino ad opera dei fratelli Cosulich. Vienna 1907 1/ Frontespizio del Bollettino delle Leggi dell’Impero con la legge datata Vienna 23 febbraio 1907 sulla «sovvenzione della marina mercantile» e il «promovimento delle costruzioni navali». La legge fu alla base della nascita del Cantiere Navale Triestino ad opera dei fratelli Cosulich. Vienna 1907 – © Biblioteca Nazionale Braidense, Milano
Riproduzione di un articolo pubblicato su "L’Osservatore Triestino" del 31 gennaio 1907 con l’annuncio della nascita di un cantiere a Monfalcone ad opera dei fratelli Cosulich 2/ Riproduzione di un articolo pubblicato su L’Osservatore Triestino del 31 gennaio 1907 con l’annuncio della nascita di un cantiere a Monfalcone ad opera dei fratelli Cosulich – © Biblioteca Civica Attilio Hortis, Trieste

.


Abstract


Italiano

Le navi continuano a essere costruite, a Monfalcone, nel grande stabilimento che guarda verso Trieste. Sono ormai trascorsi più di cento anni da quando la famiglia Cosulich, originaria dell’isola di Lussino, nel golfo del Quarnaro, vi avviò la costruzione di un cantiere dalle alterne vicende e tuttavia destinato a lasciare una traccia nella storia dell’industria navale italiana, grazie, soprattutto, alle navi passeggeri, nonché alle tante unità da carico e militari. Il presente articolo ripercorre le vicende di questo storico cantiere navale, affiancando alla narrazione una ricchissima documentazione fotografica.

Parole chiave: Monfalcone, industria navale, cantieristica, famiglia Cosulich, Trieste.

English

The ships continue to be built in Monfalcone, in the large factory that looks towards Trieste. It’s now more than one hundred years since the Cosulich family, which is from Lošinj Island (in the Kvarner Gulf) by birth, started the construction of a shipyard. This site has gone through changing fortunes, but it’s fated however to leave a trace in the history of Italian Marine industry: thanks, above all, to passenger ships, as well as to many cargo and military units. This article traces the events of this historic shipyard, adding a rich photographic documentation to the historical account.

Keywords: Monfalcone, nautical industry, shipbuilding, Cosulich family, Trieste.


.


Testo integrale


[» Scarica l’articolo in PDF]


Download (PDF, 752KB)

.


L’autore


Laureatasi presso l’Università degli Studi di Pisa con una tesi sulla storia dell’espansione portoghese in Asia, Stefania Elena Carnemolla è stata borsista della “Fundação Calouste Gulbenkian” di Lisbona e di altre istituzioni portoghesi, occupandosi in questa veste di storia dei rapporti fra Portogallo e realtà extraeuropee. Autrice di saggi e pubblicazioni, dal 2005 è anche giornalista pubblicista. Nell’ottobre del 2011 è stata nominata advisor della “European Holocaust Research Infrastructure” collegata allo “Institute for War, Holocaust and Genocide Studies” della Royal Academy of Arts and Science di Amsterdam.
.


Per citare questo articolo


Carnemolla, Stefania Elena, «Monfalcone, storia di un cantiere navale», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 12, 4|2012

URL: <http://www.studistorici.com/2012/12/29/carnemolla_numero_12/>

.


Licenze


Creative Commons License«Monfalcone, storia di un cantiere navale» by Stefania Elena Carnemolla / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.

.

tag_red , , , , , , ,

2 comments
Scrivi un commento »

  1. Gentile Signora Stefania Elena Carnemolla. Sono professore, habito a Santos-Brasile, ho attualmente in allestimento un opera che verà pubblicizzata su delle navi di un immigrante italiano insediatto a San Paolo che nel 1917 ha fondato una compagnia di navigazione ci nome S.A. Lloyd Nacional. L’assienda ha avuto quatro navi costruitte presso il “Cantiere Navale Triestino”. Si chiamarono ARARANGUÁ, ARARAQUARA, ARAÇATUBA ed ARATIMBÓ. Da tempo cerco fotografie degli alloggi cioè del saloni di qualunque delle quatro navi. Sono pure stato in Italia, ma non ho avuto fortuna. Ha Lei qualcosa del genere d’immagini interne di queste navi? Lei conoscerà l’archivio della Famiglia Cosulich? Gradirò che mi mandi qualche notizia su di questo argumento. La ringrazio per una sua risposta e la saluto cortesemente. Carrera Nelson

  2. @sig. Carrera.

    ha provato a consultare il museo della cantieristica navale di Monfalcone?
    http://www.archeologiaindustriale.it/sez_risorse_it.php?search_linked_media=motonave%20mista%7Cararangua&search_item_no=0

    spero di esserle stata utile

    tiziana

Scrivi un commento