ISSN: 2038-0925

Sommario Numero 18

Numero 18

Le esposizioni: propaganda e costruzione identitaria

a cura di Francescomaria Evangelisti e Alessandro Pes

coordinamento redazionale di Deborah Paci

.

SOMMARIO

N°18, 2|2014 Diacronie. Studi di Storia Contemporanea

.

I.
Per una teoria dell’esposizione

II.
L’identità
in esposizione

III.
La propaganda
in esposizione

IV. Recensioni

.


"Ontario Pavilion. April 1970, Osaka Expo ’70" by takato marui on Flickr (CC BY-SA 2.0)
Nota introduttiva
di Francescomaria EVANGELISTI e Alessandro PES – Pubblicare a pochi mesi dall’inaugurazione dell’Esposizione di Milano 2015 un numero dedicato all’analisi storica di questo fenomeno potrebbe sembrare un’operazione pianificata prevedendo gli scandali, i ritardi e la retorica… [more]

.

I. Per una teoria dell’esposizione


Anonimo, "Grand entrance, Exposition Universal, 1900, Paris, France", 1890-1900 ca. Riproduzione fotomeccanica, 20×30 cm. Washington D.C., Library of Congress: Prints and Photographs Division (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])
1/ “Mostrare il moderno”. Le Esposizioni universali tra fine Ottocento e gli inizi del Novecento
di Mario COGLITORE – Le Esposizioni universali sono state una creazione specifica della società occidentale della seconda metà del XIX secolo. Specchio della seconda rivoluzione industriale nel quale si rifletteva… [more]

[Torna su ↑]

.

II. L’identità in esposizione


"I piatti Richard Ginori" by China Blu on Flickr (CC BY-NC-ND 2.0)
2/ L’Italia alle esposizioni universali del XIX secolo: identità nazionale e strategie comunicative
di Anna PELLEGRINO – Questo saggio esamina il modo in cui si afferma e si diffonde nelle esposizioni internazionali della seconda metà del XIX secolo, la presenza di un “prodotto italiano”, di uno stile nazionale… [more]

Pierre Petit (1831-1909), "Exposition universelle de 1867 à Paris. Le Temple de Xochicalco", 1867 ca. Riproduzione fotomeccanica, 26×33 cm. Parigi, Archives Nationales – F/12/11872/2 (© L’immagine appartiene ai rispettivi proprietari / Property of its respective owners)
3/ Expositions internationales et image nationale: les pays d’Amérique latine entre pittoresque «indigène» et modernité proclamée
di Christiane DEMEULENAERE-DOUYÈRE – Come finestre aperte sul mondo, le mostre internazionali forniscono al pubblico rappresentazioni… [more]

Arturo Carretero (1852-1903), "Exposición de Filadelfia. Entrada a la sección española de industria, en el Main Building", 1876 ca. Xilografia su carta, 16×23 cm. Disegno apparso in "La Ilustración Española y Americana", 20, 9, 8 marzo 1876, p. 169 (© L’immagine appartiene ai rispettivi proprietari / Property of its respective owners)
4/ Entre Oriente y Occidente: arquitectura e identidad españolas en la Exposición del Centenario de los Estados Unidos de América
di Manuel VIERA de MIGUEL – La costruzione dell’identità spagnola è particolarmente rilevante nel contesto delle Esposizioni universali… [more]

David Dellepiane (1866-1932), "Exposition Nationale Coloniale, Marseille 1922", 1922. Litografia su carta, 105×75 cm. Collezione privata (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])
5/ Expositions provinciales et identités coloniales au XIXe siècle
di Christelle LOZÈRE – Si può forse ricostruire una storia delle ‘mostre coloniali’ francesi senza accennare a quelle organizzate nel XIX secolo a Bordeaux, Nantes, Metz, Le Havre, Lione, Rochefort, Cherbourg… [more]

Ivan Pavlovich Ropet (pseudonimo di Ivan Nikolaevich Petrov, 1845-1908), "Façade principale. Section russe de l’Exposition Universelle à Paris 1878", 1878. Litografia su carta, 22,7×37,1 cm. Collezione privata (© L’immagine appartiene ai rispettivi proprietari / Property of its respective owners)
6/ Les pavillons russes aux Expositions Universelles du XIXe siècle: expression de l’identité qui n’a jamais existé
di Olga KAZAKOVA – La Russia ha partecipato a quasi tutte le esposizioni universali della seconda metà del XIX secolo. Partendo con le sezioni dell’edificio principale, ha poi ampliato la propria presenza nelle mostre… [more]

Alfred Chapon (1834-1893), "Régence de Tunis, Palais du Bey: Façade principale", 1867 ca. Stampa su carta, 23×15 cm. Illustrazione pubblicata in NORMAND, Alfred-Nicolas, "L’architecture des nations étrangères: étude sur les principales constructions du parc à l’Exposition universelle de Paris, en 1867", Paris, A. Morel, 1870, planche 28, p. 73 (attraverso Gallica [Public domain])
7/ Les visées politiques et identitaires de l’orientalisme architectural au miroir d’une anthologie des pavillons de la Tunisie dans les expositions universelles (1876-2010)
di Nader MEDDEB – Questo saggio propone una panoramica storico-analitica su alcuni padiglioni rappresentativi della presenza tunisina… [more]

"Corsican number plate" by rogiro on Flickr (CC BY-NC-ND 2.0)
8/ Una vetrina internazionale per lo sviluppo: la Corsica e le Esposizioni Universali
di Marco CINI – Negli anni del Secondo Impero il processo di integrazione della Corsica con la Francia conosce una decisa accelerazione, grazie anche al sostegno, diretto e indiretto, dato dal regime napoleonico… [more]

Leopoldo Metlicovitz (1868-1944), "Inaugurazione del Sempione, Esposizione Internazionale. Milano, 1906", 1905 ca. Litografia su carta, 200×100 cm. Venezia, Archivio storico Museo della Scienza e della Tecnologia / Fondo CNR (attraverso Wikipedia.it [Public domain])
9/ L’Esposizione del Sempione 1906. Milano in vetrina
di Francesca MISIANO – Seppure ancora estranea alla retorica trionfale dello strumento espositivo, Milano volle impegnarsi nel progetto di un’Esposizione Internazionale. Attraverso lo studio delle carte degli archivi milanesi e della stampa coeva, si intende mettere in luce… [more]

Eduardo Anahory (1917-1985), Senza titolo, 1939 ca. Litografia su carta, 21×12,5 cm. Illustrazione riportata sulla copertina della "Guia Oficial da Exposição do Mundo Português", Lisboa, s.e., 1940 (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])
10/ Raviver le «roman national» lusitanien. L’exemple de l’Exposition du Monde portugais de 1940
di Cécile GONÇALVES – Autentica ode alla “Rivoluzione nazionale” guidata da Salazar, l’Esposizione del Mondo portoghese del 1940 è stata inaugurata in pompa magna, mentre l’Europa era devastata dalla guerra… [more]

[Torna su ↑]

.

III. La propaganda in esposizione


Auguste Trichon (1814-1898), "Le pavillon des travaux publics et le pavillon des manufactures de l’état, dans le parc du Champ-de-Mars", 1879. Incisione su carta, 33,2×22,7 cm. Providence, Brown University Library (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])
11/ Exposition universelle de 1878. L’archéologie au service des contestations contemporaines
di Bastien NOËL – L’Esposizione universale del 1878 si svolge tra il Campo di Marte e il Trocadéro. Dopo la sconfitta di Sedan e della Comune parigina, l’evento offre al mondo l’immagine della ripresa francese… [more]

"Alessandro Natta" by Carlo Nidasio on Flickr (CC BY-SA 2.0)
12/ «La Civiltà Cattolica» e le esposizioni torinesi (1884 e 1898)
di Carlo BOVOLO – L’articolo analizza lo sguardo della «Civiltà Cattolica», rivista dei gesuiti, sulle Esposizioni generali italiane svoltesi a Torino nel 1884 e nel 1898. In entrambe le esposizioni un ruolo centrale… [more]

Anonimo, "View of the Palau Nacional during its inauguration in 1929", 1929. Stampa su carta, 13×18 cm. Fotografia pubblicata in GRANDAS, María Carmen, "L’Exposició Internacional de Barcelona de 1929", Sant Cugat del Vallès (Barcelona), Els Llibres de la Frontera, 1988, p. 137 (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])
13/ La Exposición Internacional de Barcelona en 1929 y su utilización propagandística. La montaña de Montjuïc, espacio público de ocio, cultura y deporte
di Juan Antonio SIMÓN – L’Esposizione Universale di Barcellona del 1929 è diventata il motore della modernizzazione della città… [more]

Edmond Labbé (1868-1944), "Exposition Internationale des Arts et des Techniques appliqués à la vie moderne (Paris, 1937): le pavillon de l’Allemagne", 1937. Stampa su carta, 15×21 cm. Fotografia pubblicata in LABBÉ, Edmond, "Exposition Internationale des Arts et des Techniques appliqués à la vie moderne (Paris, 1937). Album officiel", Paris, La Photolith, 1937, s.p. (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])
14/ Il potere dell’architettura. L’ideologia di regime all’Esposizione Internazionale di Parigi 1937
di Guido CIMADOMO e Renzo LECARDANE – L’inasprimento della situazione politica del XX secolo trova negli eventi internazionali il luogo privilegiato per l’affermazione delle ideologie dei Paesi ospiti da diffondere… [more]

"Nürnberg - Zeppelin Feld" by jaime.silva on Flickr (CC BY-NC-ND 2.0)
15/ Bajo el signo de la esvástica. La Exposición de Arquitectura Moderna alemana en España (1942)
di Francesc VILANOVA i VILA-ABADAL – Tra maggio e ottobre del 1942, giunse in Spagna l’Esposizione di architettura tedesca moderna, la grande mostra curata da Albert Speer e i suoi colleghi… [more]

Axster Heudlass (?-?), "Das Sowjet-Paradies Ausstellung, Strassburg/Elsass...", 1942. Litografia su carta, 84×49,5 cm. Strasbourg, Bibliothèque Nationale et Universitaire (© L’immagine appartiene ai rispettivi proprietari / Property of its respective owners)
16/ La gran exposición anticomunista del Tercer Reich: Das Sowjetparadies (1942)
di Antonio César MORENO CANTANO e Misael Arturo LÓPEZ ZAPICO – Benché le sue origini si possano far risalire a tempi antichi, la propaganda delle atrocità ha assunto un significato speciale come fulcro delle teorie… [more]

[Torna su ↑]

.

IV. Recensioni


Ahdaf Soueif, "Il Cairo, la mia città, la nostra rivoluzione", Roma, Donzelli Editore, 2013
17/ Ahdaf SOUEIF, Il Cairo, la mia città, la nostra rivoluzione, Roma, Donzelli Editore, 2013, 258 pp.
Recensione a cura di Luca ZUCCOLO

Giovanni Tassani, "Diplomatico tra le due guerre. Vita di Giacomo Paulucci di Calboli Barone", Firenze, Le Lettere, 2012
18/ Giovanni TASSANI, Diplomatico tra le due guerre. Vita di Giacomo Paulucci di Calboli Barone, Firenze, Le Lettere, 2012, 522 pp.
Recensione a cura di Matteo ANASTASI

[Torna su ↑]

.

Credits

  • Copertina del numero: “Fifty years ago” by Paul VanDerWerf on Flickr (CC BY 2.0)
  • Nota introduttiva: “Ontario Pavilion. April 1970, Osaka Expo ’70” by takato marui on Flickr (CC BY-SA 2.0)
  • Sezione I: Edward Linley Sambourne (1844-1910), M. Eiffel, our artist’s latest tour de force, 1889. Inchiostro su carta, 66×39 cm. Washington D.C., Library of Congress: Prints and Photographs Division (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])
  • Sezione II: Alfons Mucha (1860-1939), Österreich auf der Weltausstellung Paris 1900, 1899. Litografia su carta, 96×63 cm. Collezione privata (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])
  • Sezione III: “ソ連館 (Sovjet Pavilion)” by kouji OOTA on Flickr (CC BY 2.0)

.

Scrivi un commento