ISSN: 2038-0925

“Le regioni d’Europa tra identità locali, nuove comunità e disparità territoriali”

XXXIX CONFERENZA SCIENTIFICA ANNUALE AISRe

Bolzano, 17-19 Settembre 2018

EURAC Research,  Viale Druso 1  -   

Libera Università di Bolzano, 

Piazza Università 1, Bolzano.

 

L’Associazione Italiana di Scienze Regionali (A.I.S.Re), nell’annunciare la sua XXXIX Conferenza Scientifica Annuale, invita gli interessati a presentare lavori scientifici originali. L’incontro accoglie i contributi di studiosi provenienti dalle diverse discipline afferenti all’ambito delle scienze regionali.

L’Europa è oggi attraversata da una forte domanda di autonomia da parte dei territori: da un lato, a tutela dell’identità delle comunità locali e, dall’altro, sulla spinta della richiesta di una più ampia rappresentanza delle cittadinanze residenti. Tali istanze possono, però, mettere a rischio gli obiettivi di equilibrio e di integrazione tra parti del territorio e tra chi le abita, obiettivi da sempre al centro della riflessione e delle proposte sviluppate nell’ambito delle scienze regionali.

La recente crisi ha acuito l’instabilità e allargato i divari economici e sociali non solo tra regioni, ma anche all’interno delle regioni stesse. Se la crescita economica del decennio trascorso aveva trovato impulso nell’ampliarsi degli spazi delle relazioni e degli scambi, le risposte alle minacce portate dalla crisi si sono frequentemente concretizzate nella chiusura dei confini e nella difesa dei livelli di benessere locali. Alla resilienza economica non sempre ha fatto seguito il mantenimento di solidi livelli di coesione sociale e di integrazione tra aree e comunità.

Nella XXXIX Conferenza annuale si vuole prestare particolare attenzione alle analisi, alle metodologie, alle proposte di politiche rivolte ad affrontare il tema della domanda di autonomia da parte dei territori e a come questa domanda si collochi rispetto allo sviluppo economico e sociale di regioni e paesi. Si guarderà alla crescente disparità tra aree centrali ed aree periferiche, tra aree interne e aree esposte, tra Nord e Sud dei Paesi e dell’Europa; al decentramento politico e amministrativo e ai possibili assetti istituzionali rivolti a garantire rappresentanza alle istanze locali, equità territoriale e coesione nazionale; alle comunità locali di fronte all’invecchiamento demografico e all’arrivo di nuove popolazioni a sostegno al ricambio generazionale, ai costi e benefici economici e sociali che queste apportano al sistema locale e alle politiche di integrazione.

Una particolare specificazione di questo tema della Conferenza riguarda le relazioni e i mutevoli equilibri tra territori e sistemi locali urbani e rurali, tra pianura e montagna e, all’interno delle aree montane, tra i fondivalle maggiormente urbanizzati e i territori di alta quota, zone spesso di confine tra province, regioni e stati. Le relazioni che i sistemi urbani italiani intessono con le vicine aree montane si traducono ancora oggi in rapporti non bilanciati di scambi, condizionamenti e livelli di benessere. Uno degli obiettivi della Conferenza è di raccogliere analisi e indicazioni di policy su questo specifico ambito di riflessione.

 

3 GIORNI DI CONFERENZA
2 SESSIONI PLENARIE

  • Le regioni d’Europa tra identità locali, nuove comunità e disparità territoriali
  • Lectio Magistralis  della Rivista SR- Italian Journal of Regional Science

2 SESSIONI SEMIPLENARIE

  • Countries’ contribution to Regional Science
  • Europe of Regions between independentist movements and autonomy claims. Recent scenarios and main challenges

1 SESSIONE POSTER
4 TAVOLE ROTONDE
44 SESSIONI ORGANIZZATE
33 SESSIONI TEMATICHE
420 CONTRIBUTI DI 655 AUTORI
4 PREMIAZIONI (LAUREA, DOTTORATO, PAPER GIOVANE STUDIOSO E POSTER)

4 COFFEE BREAK + 2 LUNCH
CENA SOCIALE al CASTEL MARECCIO
APERITIVO EYESREG
TOUR guidato alla città di Bolzano

VOLUME 2018 COLLANA AISRe (N.55)
REGIONAL DEVELOPMENT TRAJECTORIES BEYOND THE CRISIS
Percorsi di sviluppo regionale oltre la crisi
(a cura di) Marco Bellandi, Bianca Biagi, Alessandra Faggian, Emanuela Marrocu, Stefano Usai

KEYNOTE SPEAKERS
Roberto Camagni, Politecnico di Milano
Philip McCann, University of Sheffield
Peter Nijkamp, Tinbergen Institute – Adam Mickiewicz University – HAS University, JADS Department
Denise Pumain, Émérite Université Paris I Panthéon Sorbonne
Roberta Capello, Politecnico di Milano
Argèlia Queralt Jiménez, University of Barcelona, Faculty of Law
Patricia Popelier University of Antwerp, Government & Law Research Unit
Francesco Palermo, Eurac Research, Institute for Comparative Federalism, Verona University
Guido Pellegrini, Università di Roma La Sapienza, Presidente AISRe
Andrea Mairate, European Commission, DG Economic and financial affairs
Antonio Golini, Professore emerito, Università di Roma La Sapienza, ex-Presidente ISTAT (da confermare)
Antonio Schizzerotto, Professore emerito, Università di Trento, Fondazione Bruno Kessler (da confermare)
Claudio De Vincenti, Università di Roma “La Sapienza” (da confermare)
Alberto Zanardi, UPB – Ufficio parlamentare di bilancio e Università di Bologna
Michael Bruter, London School of Economics and Political Science

Scrivi un commento