ISSN: 2038-0925

Ultimo numero

N. 31 | ottobre 2017

“LE ARMI DELLA POLITICA, LA POLITICA DELLE ARMI”. IDEOLOGIE DI LOTTA ED ESPERIENZE DI GUERRA

a cura di Alessandro Salvador e Niall MacGalloway; coordinamento redazionale di Deborah Paci

"Combat Reines - Martigny Oct 2017" Fabrice Muller on Flickr (CC BY-ND 2.0)

Il numero 31 di Diacronie si compone di due sezioni. La prima, a cui farà seguito un secondo appuntamento nel numero di dicembre, è dedicata alla rivoluzione russa e alle sue ripercussioni. A cent’anni di distanza dagli eventi di ottobre, Diacronie propone una riflessione su questo tema. La seconda sezione è invece consacrata alle occupazioni italiane durante la Seconda guerra mondiale. Chiude il numero la consueta rassegna di recensioni.



N. 30 | luglio 2017

PONTI FRA NAZIONI E CONTINENTI: DIPLOMAZIA, IMMAGINARI E CONOSCENZE TECNICHE

a cura della Redazione di Diacronie

"Carnota" by eugenio vazquez on Flickr (CC BY-ND 2.0)

Il numero 30 di Diacronie propone una riflessione sui meccanismi che animano l’interscambio culturale fra transnazionale e transcontinentale. Gli autori degli articoli presentati in questo numero hanno scelto di affrontare questa tematica attraverso approcci che spaziano dalla civiltà materiale alla diplomazia, dall’immaginario cinematografico alle politiche sicuritarie: il focus si sofferma sulle dinamiche che plasmano gli immaginari collettivi e il trasferimento di conoscenze. Agli articoli si affiancano le consuete recensioni.



N. 29 | marzo 2017

“CRASH TEST”. CONTINUITÀ, DISCONTINUITÀ, LEGAMI E
ROTTURE NELLE DINAMICHE DELLA STORIA CONTEMPORANEA

a cura della Redazione di Diacronie

"Crash Test Dummies" by Kevin Baird on Flickr (CC BY-NC-ND 2.0)

Il numero 29 di Diacronie intende proporre una discussione a più livelli sui concetti di continuità e recupero dei legami con le vicende, le visioni, i tracciati impressi dalle persone al corso delle storia, in una prospettiva comparativa con le improvvise dinamiche che sopraggiungono a rompere il quotidiano fluire della vita politica, economica e culturale delle società contemporanee tra XIX e XX secolo. Le eredità di lungo corso che la storia ci ha lasciato si confrontano in quest’ottica con le crisi e le rotture degli assetti consolidati nel tempo, a volte in modo imprevisto e impetuoso, altre in modo graduale e per certi versi impercettibile, ma in ogni caso in modo tale da imprimere una svolta nelle strutture fondamentali dei vari ambiti della società, spesso modificandola.



N. 28 | dicembre 2016

LA VOCE DEL SILENZIO
INTELLIGENCE, SPIONAGGIO E CONFLITTO NEL XX SECOLO

a cura di Alessandro Salvador e Antonio César Moreno Cantano

"Don’t talk. The web is spun for you with invisible threads, keep out of it, help to destroy it – spies are listening" by Boston Public Library on Flickr (CC BY 2.0)

Lo spionaggio e l’intelligence militare sono fenomeni di grande rilievo nella storia del XX secolo verso i quali la storiografia ha mostrato un crescente interesse solo in tempi relativamente recenti. Si tratta di argomenti la cui complessità è determinata dalle numerose sfaccettature che il concetto di intelligence può assumere, nonché dalla difficoltà di accesso alle fonti e dalla lentezza e incompletezza con cui queste vengono declassificate. Questo numero monografico di Diacronie vuole offrire dei contributi che possano rendere conto di questa complessità e della varietà dei modi e degli scopi della raccolta di informazioni a scopo militare.



N. 27 | settembre 2016

STATO, COSTITUZIONE E DEMOCRAZIA. CONFRONTI, STRUMENTI DI NAVIGAZIONE E DI DIFFUSIONE DEL SAPERE

a cura di Jacopo Bassi e Fausto Pietrancosta

"Discovering" by Julian Ortiz on Flickr (CC BY-NC-ND 2.0)

Stato, costituzione e democrazia: è intorno a questi tre temi che ruota il numero 27 di Diacronie. Accanto a cinque articoli inediti, presentiamo una serie di interviste sulle riforme costituzionali in Italia nel secondo dopoguerra, due sitografie dedicate agli istituti di ricerca di Baltico e Mediterraneo, la nuova sezione PICO – in cui proponiamo la traduzione di articoli di storiografie meno conosciute – e, infine, le consuete recensioni.



N. 26 | giugno 2016

UN BILANCIO DELLA SCOMMESSA DEMOCRATICA DELLA CHIESA CATTOLICA: CINQUANT’ANNI DALLA DICHIARAZIONE CONCILIARE DIGNITATIS HUMANÆ

a cura di Romina De Carli; coordinamento redazionale di Matteo Tomasoni

"Vatican letter" by manhhai on Flickr (CC BY 2.0)

Il numero 26 di Diacronie traccia un bilancio degli effetti che la dichiarazione conciliare sul diritto civile alla libertà religiosa produsse in Europa e, in particolar modo, in Spagna. Il Concilio Vaticano II diede avvio ad un intenso e contrastato processo di ridefinizione delle relazioni tra Stato e Chiesa nel paese iberico, che ancora era governato da Franco.



N. 25 | marzo 2016

“SE CREARE È DEFINIRE”: VARIABILI COMPORTAMENTALI, COSTRUZIONI TERRITORIALI E NARRAZIONI STORIOGRAFICHE

a cura di Jacopo Bassi, Deborah Paci, Fausto Pietrancosta e Matteo Tomasoni

"M45 – Le Pleiadi" by gianni on Flickr (CC BY 2.0)

Il numero 25 di Diacronie propone una riflessione sulla costruzione delle identità comportamentali, culturali e geografiche connesse a vicende storiche nazionali e a specifici processi globali intercorsi nel XX secolo e sulle trasformazioni ad essi collegate…



N. 24 | dicembre 2015

LE DITTATURE MILITARI: FISIONOMIA ED EREDITÀ POLITICA

a cura di Jacopo Bassi, Carlos Hudson e Matteo Tomasoni

"Angle Droit" by Théo on Flickr (CC BY-NC-SA 2.0)

Il termine dittatura nasce nel mondo romano – la tirannia greca non possiede le stesse caratteristiche legate all’ambito militare che ha a Roma – ed è una magistratura. Originariamente indicava una carica straordinaria a cui erano conferiti, in caso di pericoli immediati, poteri eccezionali, che facevano sì che tutte le altre magistrature fossero a lui subordinate, anche se solo per la durata di sei mesi…



N. 23 | ottobre 2015

MEDITERRANEO COSMOPOLITA
LE RELAZIONI CULTURALI TRA TURCHIA ED EUROPA

a cura di Luca Zuccolo

"Fast food" by TwOsE on Flickr (CC BY-NC 2.0)

Il Mediterraneo come spazio di comunicazione, come rete di relazioni ha svolto sempre un ruolo determinante nel confronto tra i diversi popoli cosmopoliti delle sue rive. Cultura, commerci, politica ed eserciti hanno svolto in questo panorama un ulteriore ruolo di collante e crescita sociale. Questo è il file rouge che lega i saggi di questo numero. Lo scambio culturale, infatti, ha molteplici forme…



N. 22 | giugno 2015

COSTRUIRE. RAPPRESENTAZIONI, RELAZIONI, COMUNITÀ

a cura della Redazione di Diacronie

"Halifax Cranes Working Overtime" by Glenn Euloth on Flickr (CC BY-NC-ND 2.0)

I saggi presentati nel numero 22 di Diacronie sono legati da una comune volontà di indagine dei meccanismi attraverso cui si costruiscono rappresentazioni, relazioni e interazioni diplomatiche e intercomunitarie. A cinque sezioni tematiche si aggiungono le Panoramiche, una rassegna dedicata alle pubblicazioni estere. Chiude il dossier il consueto spazio dedicato alle recensioni.



N. 21 | marzo 2015

LE CITTÀ DI BABELE

a cura di Daniela Adorni, Stefano Magagnoli ed Elisa Grandi

"Blood Moon" by Bowen Chin on Flickr (CC BY-NC-ND 2.0)

Diacronie dedica il suo 21° numero a una riflessione sulla duplice, strutturale, identità delle città. Gli articoli sono frutto della rielaborazione delle presentazioni discusse nel panel “Le città di Babele”, nell’ambito del VI congresso dell’Associazione Italiana di Storia Urbana dal titolo VisibileInvisibile. Percepire la città tra descrizioni e omissioni (Catania, 12-14/09/2013). Il dossier è stato curato da D. Adorni, S. Magagnoli ed E. Grandi. Chiude la rassegna il consueto spazio dedicato alle recensioni.



N. 20 | dicembre 2014

IL DIRITTO MILITANTE

"Law. Justitia in Bern" by chriscom on Flickr (CC BY-ND 2.0)

Il filo rosso che lega i saggi contenuti in questo dossier è il diritto militante. Il corso di Storia delle istituzioni politiche e sociali della Laurea magistrale in Scienze storiche tenuta nell’A.A. 2013-2014 da Francesca Sofia ha affrontato questa tematica all’interno del più vasto tema del processo politico partendo dalle suggestioni contenute nel volume di Liora Israel (Le armi del diritto, Milano, Giuffrè 2012) e percorrendo nuove piste di ricerca.



N. 19 | settembre 2014

MISCELLANEO

coordinamento redazionale di Jacopo Bassi

"Fishing nets" by Cycling man on Flickr (CC BY-NC-ND 2.0)

Il numero 19 di Diacronie, nell’anno che precede l’inaugurazione dell’Expo di Milano 2015, offre un ulteriore spazio per l’indagine storiografica sulle esposizioni. I contributi approfondiscono i contesti e le peculiarità di alcune rassegne espositive e offrono una lettura degli eventi espositivi come momenti di ridefinizione identitaria. A questo spazio si affiancano due contributi miscellanei. Il numero è arricchito dalle consuete recensioni, due delle quali si soffermano sul tema delle esposizioni universali.



N. 18 | giugno 2014

LE ESPOSIZIONI: PROPAGANDA E COSTRUZIONE IDENTITARIA

a cura di Francescomaria Evangelisti e Alessandro Pes
coordinamento redazionale di Deborah Paci

"Fifty years ago" by Paul VanDerWerf on Flickr (CC BY 2.0)

Pubblicare a pochi mesi dall’inaugurazione dell’Esposizione di Milano 2015 un numero dedicato all’analisi storica di questo fenomeno potrebbe sembrare un’operazione pianificata prevedendo gli scandali, i ritardi e la retorica che ne avrebbero accompagnato l’avvento nell’opinione pubblica. Questa supposizione è certa perché, soprattutto in un momento in cui essa sembra essersi svuotata del suo senso originario, è necessario analizzare qual è stata la sua influenza negli ultimi tre secoli.



N. 17 | marzo 2014

PERIFERIE. CULTURA, ECONOMIA, POLITICA

a cura di Jacopo Bassi, Luca Bufarale e Matteo Tomasoni

"Foreign fields" by Tom Hickmore on Flickr (CC BY-NC-ND 2.0)

Il numero 17 di Diacronie si articola intorno al concetto di periferia. Il termine – complesso e il cui significato spazia dall’ambito urbanistico a quello geografico, passando per l’economia e la politica – riunisce dodici articoli, differenti per approccio, tematiche e strumenti d’indagine. Il lettore si troverà di fronte a un interrogativo che sorge dalla suddivisione in sezioni qui proposta: ha ancora senso adottare un approccio «diffusionista» per individuare i cardini intorno a cui ruota la dialettica centro-periferia?



N. 16 | dicembre 2013

LE MONARCHIE NELL’ETÀ DEI NAZIONALISMI

a cura di Luca Zuccolo e Marco Abram

"Pairs of angels, sculptures; Martyrs’ Square – Place des Martyrs – Martelaarsplaats" by Dr Les (Leslie - Leszek) Sachs on Flickr (CC BY 2.0)

Il monografico numero 16 di Diacronie si propone di analizzare il ruolo delle monarchie nei processi di formazione nazionale. L’utilizzo dei simboli e delle prerogative monarchiche verrà studiato in relazione ai movimenti nazionalisti emersi tra XIX e XX secolo, in particolare nell’area mediterranea, e verrà messo in risalto come le idee monarchiche e la monarchia stessa modifichino e influenzino, sviluppando un peculiare discorso socio-politico, questi movimenti.



N. 15 | ottobre 2013

SPAZI, PERCORSI E MEMORIE

a cura di Alessandro Cattunar, Elisa Grandi e Matteo Tomasoni

"Senza titolo (Memorie dal sottosuolo - Memories from the underground)" by Roberto Pani on Flickr (CC BY 2.0)

In questo numero Diacronie presenta 15 articoli che trattano di digital history, di storia industriale, socio-politica e di genere, di arte e religione, dei temi del viaggio e del turismo, sempre in una prospettiva transnazionale (Italia, Francia, Corsica, Spagna, Turchia, Stati Uniti, Brasile e Argentina). Un ampio spazio è dedicato agli excursus biografici; in calce al numero troviamo le consuete recensioni. Il dossier è arricchito dalla galleria fotografica sulla telegrafia sottomarina.



N. 14 | agosto 2013

PROCESSO PENALE, POLITICA, OPINIONE PUBBLICA
(SECOLI XVIII-XX)

"Conflict (Chess II)" by Cristian V. on Flickr (CC BY-ND 2.0)

Il numero 14 di Diacronie si compone di due distinte sezioni: il Laboratorio e un approfondimento, composto di tre saggi, sul tema della vena espansionista italiana.
Il Laboratorio è stato concepito come uno spazio di pubblicazione per i lavori svolti dagli studenti dei corsi di Laurea Magistrale; l’intento, quando l’idea è sorta, a partire da uno spunto della Prof.ssa Francesca Sofia, era quello di dare visibilità agli argomenti e agli elaborati sviluppati nell’ambito delle lezioni dei corsi di Laurea.



N. 13 | aprile 2013

CONTRABBANDIERI, PIRATI E FRONTIERE: PER UNA STORIA DELLE PRATICHE INFORMALI NELL’AMERICA CENTRALE
(XVII-XXI SECOLO)

a cura di Elisa Grandi e Giovanni Venegoni

"Guns" by post406 on Flickr (CC BY 2.0)

Questo numero si propone di analizzare come le pratiche informali abbiano contribuito a costruire l’America Centrale moderna e contemporanea, con particolare riferimento all’area caraibica. Il problema delle pratiche informali e del loro contributo all’emergenza e sviluppo di istituzioni politiche ed economiche è stato molto dibattuto nella recente letteratura storiografica ed economica.



N. 12 | dicembre 2012

SULLE TRACCE DELLE IDEE

a cura di Jacopo Bassi e Gianluca Canè

"Light" by kenny_lex on Flickr (CC BY-NC-SA 2.0)

Con il numero 12, ultimo di questa annata, Diacronie chiude il 2012 con un monografico dedicato alle idee e alla loro ricezione. I contributi trattano della storia del Brasile, della Guerra Civile spagnola, dei fenomeni di rielaborazione delle idee a posteriori e degli approcci di lettura dei documenti; in calce al numero troviamo le consuete recensioni. Il miscellaneo è arricchito da un ricco repertorio iconografico – contenuto negli articoli – e dalla galleria fotografica sui cantieri navali di Monfalcone.