ISSN: 2038-0925

Numero 7 7|2011

Sommario Numero 7 – luglio 2011

Numero 7 «Spagna Anno Zero» : La guerra come soluzione a cura di Matteo Tomasoni, Enrico Acciai e Edoardo Grassia



1/ Cultura de la violencia y Parlamento: Los diputados Castellanos y Leoneses en las Cortes de 1936

di Concepciòn MARCOS DEL OLMO
(Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011)

In questo articolo l’obiettivo è quello di analizzare l’attività parlamentaria (con particolare attenzione al periodo febbraio 1936) dei deputati eletti a rappresentanza delle nove provincie che compongono l’attuale comunità autonoma della Castiglia e León (Castilla y León). Lo scopo è quello di esaminare quale fu realmente l’attitudine dei deputati rispetto alla complessa situazione che attraversava allora il paese, prendendo in considerazione il comportamento adottato nei confronti del regime parlamentario. A partire da ciò, dobbiamo tenere in considerzione che si tratta di un gruppo rappresentativo diverso nel tempo, dotato di un substrato omogeneizzante: lo speciale impegno con il parlamentarismo e la democrazia alla quale, in teoria, dovevano la loro carica, risulta qui un elemento coercitivo fondamentale per comprendere quali desviazioni politiche si stabilirono e quale particolare significato scaturì da questa esperienza. // Se pretende analizar la actividad parlamentaria de los diputados elegidos en representación de las nueve provincias que componen la actual comunidad autónoma de Castilla y León a fin de rastrear su actitud ante el crucial momento que vive el país, con específica atención a lo que pueda ser su compromiso con el vigente régimen parlamentario. Consideramos que se trata de un grupo representativo en su diversidad al tiempo que dotado del mejor sustrato homogeneizador: su especial compromiso con el parlamentarismo y la democracia a los que, siquiera en teoría, deben su cargo, por lo que cualquier desviación al respecto adquiere en ellos un especial significado. // This article analyses the behavior of the elected members of parliament (on February 1936), who represented the nine regions comprising the current autonomous community of Castilla y León. The research tries to identify their attitude to the crucial moment the country is living, and focusing on their commitment to the parliamentary system currently in force. We consider it as a representative group due to its diversity, and to the fact that all the members shared a common aspect: their special commitment to parliamentary system and democracy, which had provided them with their possessions; according to this, any departure from that line in this group has a special meaning.



18/ La guerra civile e l’architettura moderna. La fine di un sogno

di Gemma DOMÈNECH CASADEVALL Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . .. . Italiano Nei primi anni Trenta in Catalogna si afferma una chiara comunione di interessi all’interno di un gruppo di giovani architetti mossi da inquietudini verso la modernizzazione e percorsi dall’ideologia politica repubblicana [...]



2/ Socialismo y comunismo en la retaguardia valenciana, 1936-1939. De aliados a enemigos

di Sergio VALERO GÓMEZ Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE . . . . Italiano Il conflitto socialismo-comunismo, di gran importanza dopo le implicazioni dovute alla guerra civile, ebbe nella provincia di Valencia uno dei suoi principali scenari. Sin dall’ottobre del 1936, si creò un [...]



4/ Política y sociedad en la retaguardia nacional: Valladolid ‘capital del Alzamiento’ (1936-1939)

di Matteo TOMASONI Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano Città storica e trascendentale nel bel mezzo dell’altopiano castigliano, Valladolid fu la protagonista fin dai primi mesi dall’inizio della guerra civile spagnola, di un peculiare esperimento. Quello che potrebbe definirsi come [...]



5/ Milieux et mouvements libertaires pendant la Seconde République et la Guerre Civile espagnole

di Arnaud DOLIDIER Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano L’anarchismo è una corrente politica che si distingue per la sua diversità e per la sua eterogeneità. Cionondimeno, gli ambienti libertari sono spesso letti in maniera omogenea, e questo contribuisce a [...]



PROLOGO: La guerra civile spagnola, settantacinque anni dopo

di Alfonso BOTTI
(Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011)

Nella guerra civile spagnola vennero al pettine secolari contraddizioni interne che le radicali riforme del primo biennio repubblicano non riuscirono a risolvere, ma la posta in gioco per quasi tre anni furono i destini dell’Europa. Poi il Vecchio continente cadde nel baratro da cui riemerse nel 1945, mentre gli spagnoli vennero lasciati soli a pagare le conseguenze della vittoria di Franco e privati della sovranità fino al 1977. I tre quarti di secolo che ci separano dalla sollevazione militare del 17-18 luglio 1936, il cui fallimento scatenò la più emblematica delle guerre civili del Novecento, non hanno attenuato l’interesse per la tragedia del 1936-39 e per la sua scia nella memoria spagnola e non solo europea.
Ne sono riprova, accanto ad altri recenti lavori dei quali si dirà più avanti (senza nessuna pretesa di completezza, è bene precisare), i ventiquattro contributi raccolti in questo numero di “Diacronie”: ventuno propriamente storiografici, ai quali si aggiungono tre apporti documentali, tra i quali spicca la testimonianza di un combattente nelle Brigate Internazionali austriaco, già edito in lingua spagnola e qui riproposto in italiano…



25/ Julio PONCE ALBERCA, Gibralatar y la Guerra Civil Espaõla. Una neutralidad singular, Sevilla, Universidad de Sevilla, 2010, 248 p.

Recensione a cura di Rodrigo GONZÁLEZ MARTÍN Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . «La malévola neutralidad consistió en mantener una equidistancia oficial entre los litigantes, abandonando a su suerte a la República española. Las autoridades de la colonia británica de Gibraltar no dudaron en seguir esta estrategia al pie de la [...]



9/ La guerra de las ondas. La radio portuguesa y la Guerra Civile española

di Alberto PENA RODRIGUEZ Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano Quest’articolo analizza alcuni aspetti relativi all’intervento della radio portoghese nella guerra civile spagnola partendo da un corpus documentale che fornisce alcuni interessanti elementi per studiare questo aspetto del conflitto spagnolo. [...]



10/ “Spain is fighting for us”. Representations of the Spanish Civil War by the German left in exil

di Claudia ROESCH Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano Nell’articolo viene analizzata la copertura della Guerra Civile Spagnola offerta da quattro periodici tedeschi pubblicati in esilio, cercando di approfondire i motivi che spinsero la sinistra tedesca all’estero ad interessarsi tanto [...]



11/ La guerre d’Espagne (sur) exposée dans la presse française. Étude locale de la presse du département de la Loire

di Pascale MOIRON Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano L’obiettivo di questo articolo è di analizzare in che modi gli abitanti della Loira, per quanto lontani dai Pirenei, abbiano potuto seguire tutti gli avvenimenti della Guerra di Spagna e di [...]



19/ Memorie difficili. Antifascismo italiano, volontariato internazionale e guerra civile spagnola

di Enrico ACCIAI Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano Sin dalla conclusione della guerra civile l’intervento dell’antifascismo italiano in Spagna ha generato più memorie spesso in conflitto tra di loro. Tra il 1936 ed il 1939 quello italiano alla causa [...]



20/ Aureliano Santini: una lunga marcia attraverso la guerra civile europea

di Enrico ACCIAI Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano Nell’ottobre del 1936 l’empolese Aureliano Santini, sotto lo pseudonimo di Silvio Morelli, arrivò in Spagna a bordo di una nave per arruolarsi nelle nascenti Brigate Internazionali. Il Santini, quadro comunista, aveva [...]



21/ Incontro tra fascisti e antifascisti italiani durante il conflitto spagnolo. La battaglia di Guadalajara

di Valentina CATELAN Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Abstract Italiano Nell’Italia degli anni Trenta l’adesione al fascismo raggiunse il culmine, ma i primi segni di disaffezione nei confronti del regime si possono ravvisare già negli ultimi anni del decennio, proprio [...]



12/ Fenomenología y Guerra Civil española: La visibilidad de las Fuentes documentales sobre las Brigadas Internacionales (1937-2011)

di Lourdes PRADES-ARTIGAS Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano L’articolo analizza e cataloga la produzione storica, letteraria, politica, sociologica, giornalistica, cinematografica e museale sulle Brigate Internazionali e sugli internazionali nell’attuale congiuntura che vede il recupero della memoria storica sulla Guerra [...]



14/ “Vivere in tempo di guerra”. La testimonianza di un brigatista austriaco in esilio

di Gerhard HOFFMANN; traduzione di Chiara CONTER Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE GLI AUTORI CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano L’articolo narra l’esperienza vissuta da un brigatista austriaco unitosi ai rifugiati spagnoli in quei drammatici momenti antecedenti lo sbarco alleato, nell’estate del 1944. Nel luglio dello [...]



27/ Chris EALHAM y Michael RICHARDS (eds.), España fragmentada. Historia cultural y Guerra Civil Española, Granada, Comares, 2010.

Recensione a cura di Esteban ELENA GONZÁLEZ Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . «España fragmentada analiza la cultura y las ideas que rodearon la catastrófica guerra civil en la que estuvo sumida España entre 1936 y 1939. Contiene artículos de destacados historiadores españoles, británicos y estadounidenses, en los que se examina [...]



13/ Solidarité Internationale Antifasciste

di Valentin CIONINI Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA . . . . Italiano In tempo di guerra, per lungio tempo, il soccorso alla popolazione civile vittima del conflitto o ai combattenti feriti è stato svolto dalle congregazioni (Padri Bianchi, Ordine di Malta), in risposta [...]



15/ Cine y guerra civil. El conflicto que no termina

di Matteo TOMASONI e José-Vidal PELAZ LÓPEZ
(Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 7|2011)

La guerra civile è stata e continua ad essere un tema di analisi, riflessione e dibattito sia in Spagna che all’estero. Sin dall’inizio della guerra, 75 anni fa, il cinema è stato usato come mezzo di propaganda. Con il tempo i film hanno contribuito a creare un immaginario collettivo attorno a quel dramma: fino al 1975 come elemento di leggittimità dellos Stato franchista, dopo con il recupero della causa repubblicana. Questo saggio si basa nello studio di una selezione di film prodotti durante il primo decennio del XXI secolo (2001-2011) con l’obiettivo di analizzare quale concezione offre il cinema spagnolo sulla guerra civile nell’attualità. Abbiamo perció considerato il conflitto come un episodio storico in continua (ri)modellazione e (ri)interpretazione, cercando di comprendere quali siano le strategie adottate per avvicinare le nuove generazione al cinema specializzato. Queste ultime generazioni infatti, non solo non vissero l’epoca in cui si svilupparono quegli episodi, ma anche spesso dimostrano di possedere una conoscenza superficiale dei fatti storici che caratterizzarono il conflitto civile spagnolo. // La guerra civil ha sido y sigue siendo un tema de análisis, reflexión y debate tanto en España como en el extranjero. Desde el estallido mismo del conflicto hace 75 años el cine fue utilizado como agente propagandístico. Después, las películas han contribuido a crear un imaginario colectivo sobre aquel drama: hasta 1975 como elemento legitimador del estado franquista, después recuperando y ensalzando la causa republicana. Nuestro trabajo se basa en el estudio de una selección de películas de la primera década del siglo XXI (2001-2011) con el objetivo de analizar la visión que de la guerra ofrece el cine español en la actualidad. Consideramos el conflicto civil como un episodio histórico en continua (re)modelación y (re)interpretación, y por ello nos interesa abordar las estrategias mediante las cuales el cine acerca hoy en día esta cuestión a las nuevas generaciones de españoles, que no solo no vivieron ya aquella época, sino que además tienen un conocimiento superficial de los hechos históricos.



26/ Sebastiaan FABER, Cristina MARTÍNEZ CARAZO (eds.), Contra el olvido. El exilio español en Estados Unidos, Madrid, Instituto Franklin de Estudios Norteamericanos, Universidad de Alcalá, 2009, 241 pp.

Recensione a cura di Bárbara ORTUÑO MARTINEZ Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011 . . «Aunque es imposible excluir de la historia cultural española la ingente producción del exilio republicano de 1939, también lo es “recuperar” la experiencia exílica en toda su diversidad y otredad. Después del estallido de la Guerra Civil Española, [...]