ISSN: 2038-0925

Lista delle abbreviazioni

Lista delle abbreviazioni da utilizzare in nota

Anon. Anonimo
all. allegato
app. appendice
art. articolo (per articoli di Legge)
cap. capitolo (plurale: capp.)
cfr. confrontare, vedere anche, riferirsi a
cit. In tondo. Si usa nel ripetere il riferimento a un’opera precedente ma non contigua di un autore di cui si riportano altre opere. Sostituisce le indicazioni tipografiche dell’opera. Esempio:
1.BITSCH, Marie-Thérèse, Jalons pour une histoire du Conseil de l’Europe, Bern, Peter Lang, 1997, p. 22.
2.BLUM, Léon, À l’échelle humaine, Paris, Gallimard, 1945, p. 43.
3. BITSCH, Marie-Thérèse, Histoire de la construction européenne de 1945 à nos jours, Bruxelle, Complexe, 2008, p. 192.
4.BROSSAT, Caroline, La culture européenne. Définition et enjeux, Bruxelles, Bruylant, 1999, p. 82.
5.BITSCH, Marie-Thérèse, Jalons pour une histoire du conseil de l’Europe, cit., p. 34.
cit. in opera citata in altro testo
cpv. capoverso
ed. edizione
et al. e altri (lat.: et alii)
et seq. e seguenti (lat.: et sequentes)
fig. figura (plurale: figg)
Ibidem nello stesso punto (lat.: ibidem) In corsivo. Viene utilizzato nei casi in cui si debba ripetere la citazione dell’opera della nota immediatamente precedente, in forma assolutamente identica.
Esempio:
1.BITSCH, Marie-Thérèse, Jalons pour une histoire du Conseil de l’Europe, Bern, Peter Lang, 1997, p. 22.
2. Ibidem.
ID. (lat.: idem) In tondo. Sostituisce il nome dell’autore quando è lo dell’opera riportata nella nota immediatamente precedente. Esempio:
1. BITSCH, Marie-Thérèse, Jalons pour une histoire du Conseil de l’Europe, Bern, Peter Lang, 1997, p. 22.
2. ID., Histoire de la construction européenne de 1945 à nos jours, Bruxelles, Complexe, 2008, p. 192.
infra. vedi sotto
loc. cit. luogo citato (lat.: loco citato)
MS manoscritto (plurale: MSS)
NB nota bene
n.s. nuova serie
n. numero (plurale: nn.)
op. cit. opera già citata in precedenza (lat.: opera citata) In corsivo. Si usa nel ripetere il riferimento a un’opera (o un articolo) precedente ma non contigua di un autore di cui non si riportano altre opere. Sostituisce il titolo e le indicazioni tipografiche dell’opera. Esempio:
1.BITSCH, Marie-Thérèse, Jalons pour une histoire du Conseil de l’Europe, Bern, Peter Lang, 1997, p. 22.
2.BLUM, Léon, À l’échelle humaine, Paris, Gallimard, 1945, p. 43.
3.BITSCH, Marie-Thérèse, op. cit., p. 35.
passim qua e là: quando non ci si riferisce a un luogo preciso del testo perché il concetto è trattato dall’autore in tutta l’opera (lat.: passim)
p. pagina (plurale: pp.)
par. paragrafo (plurale: parr.); anche: §
s.e. senza editore
s.d. senza data (di edizione)
s.l. senza luogo (di edizione)
seg. seguente
sez. sezione
sic così (scritto così proprio dall’autore che viene citato; si può usare sia come atto di cautela che come sottolineatura ironica in caso di svista madornale; di solito tra parentesi quadre)
s.v. sotto la voce (lat.: sub voce)
NdA nota dell’autore (di solito tra parentesi quadre)
NdT nota del traduttore (di solito tra parentesi quadre)
NdC nota del curatore (di solito tra parentesi quadre)
NdR nota del redattore
tab. tabella
tav. tavola
trad. traduzione (anche: tr.)
v. verso (plurale: vv.)
vol. volume (plurale: voll.)