SEGUICI SU

Storia sociale

CISCAM [IT]

http://www.ciscam.eu/
Il Centro Interuniversitario per la Storia del Cambiamento Sociale e dell’Innovazione (Ciscam) promuove la ricerca e la formazione multidisciplinare sui temi della modernizzazione e della ‘modernità, nelle loro diverse implicazioni socio-economiche e politico-culturali e in riferimento a molteplici dimensioni spazio-temporali.

Centro Ligure di Storia Sociale [IT]

http://web.tiscali.it/cenlig-wolit/index.html
Il Centro Ligure di Storia Sociale, fondato nel 1955 come Centro per la Storia del movimento operaio e contadino in Liguria per assumere poi nel 1975 la denominazione attuale, si configura come un istituto di ricerca scientifica e di promozione culturale sui temi della storia della società ligure e italiana nell’età contemporanea. I cataloghi e i soggettari del ricchissimo patrimonio archivistico dell’Istituto sono disponibili online.

Centro studi per la storia del lavoro [IT]

http://www.fondazionecrimola.it/centro-studi-storia-del-lavoro/
Nato nel 1995 nell’ambito delle iniziative di promozione culturale della Fondazione della Cassa di Risparmio di Imola il “Centro Studi per la Storia del Lavoro” ha svolto, fin dalla sua istituzione, un ruolo di coordinamento e riferimento per gli studiosi interessati al lavoro e alla sua storia. Facendo tesoro dell’esperienza maturata, che poneva in evidenza come, per comprendere appieno le realtà lavorative, occorra calarle nel concreto delle relazioni sociali, politiche, culturali ed economiche degli ambienti territoriali specifici cui fanno riferimento, nel 2002 il Centro Studi mutava la sua denominazione divenendo “Centro Studi per la Storia del lavoro e delle comunità territoriali”.

IALHI [EN]

http://www.ialhi.org/
L’ International Association of Labour History Institutions (IALHI), fondata nel 1970, collega e mette a disposizione archivi, biblioteche, musei e centri di ricerca legati al mondo dei lavoratori proponendosi come strumento per la diffusione degli studi sul movimento operaio. Il sito fornisce indicazioni su archivi e centri studio sul movimento operaio internazionale e nazionale.

Instituto de Investigaciones Gino Germani [ES]

http://iigg.sociales.uba.ar/
L’Istituto di Ricerche Gino Germani dell’Università di Buenos Aires, Centro di documentazione, dedicato al sociologo italiano Gino Germani, viene istituito con il fine di sviluppare le ricerche scientifiche nel campo delle scienze sociali e contiene uno dei più importanti archivi di storia orale dell’Argentina, con più di 200 interviste.

International Institute of Social History [EN; NL]

https://socialhistory.org/
L’Istituto Internazionale di Storia Sociale di Amsterdam si occupa di condurre ricerche nel campo della storia sociale nazionale (olandese) e internazionale, soprattutto per ciò che concerne la storia del lavoro: nel 2005 ha accorpato 230 collezioni archivistiche differenti, tra cui la collezione del Centro iraniano di Documentazione e di Ricerca, originariamente conservato a Parigi. L’Istituto organizza e promuove conferenze e attività di ricerca ; è presente un catalogo del materiale conservato, consultabile dall’apposita maschera di ricerca.

Social Science History Association [EN]

http://ssha.org/
La Social Science HistoryAssociation è un gruppo interdisciplinare di studiosi nel campo degli studi sociali, storici e metodologici alla base di una coalizione di diverse realtà scientifiche e spazia dalla vita quotidiana medievale sino alla politica globale dei nostri giorni, con lo scopo di spiegare i processi sociali e sviluppare teorie innovative. La SSHA Association pubblica un periodico trimestrale e organizza un congresso annuale per presentare le nuove ricerche.

Storia e cultura dell’industria[IT]

http://www.storiaindustria.it/home/
Ideato dal sociologo Luciano Gallino dal 2004 prende avvio nella regione Piemonte il progetto storia industria, con l’obbiettivo di promuovere la conoscenza della storia industriale e del lavoro del Nord Ovest dal 1850 ad oggi, offrendo percorsi formativi e didattici sulla storia delle imprese, del lavoro e della tecnologia. Questo progetto si esprime essenzialmente attraverso questo sito fulcro di un network di archivi, associazioni e centri di documentazione.

Storia di genere

Mnémosyne [FR]

http://www.mnemosyne.asso.fr/mnemosyne/
L’associazione Mnémosyne si è costituita nel 2000, per iniziativa del collettivo della rivista CLIO, Histoire, Femmes et Sociétés: promuove la ricerca sulla storia di genere sia nel mondo francofono che in ambito internazionale; incoraggia gli studi interdisciplinari sulla storia delle donne e di genere e sostiene l’organizzazione di incontri e convegni sulla materia. Mnémosyne ogni anno organizza giornate di studi ed edita un bollettino.

SIS Società Italiana delle Storiche [IT]

http://www.societadellestoriche.it/
La Società si propone di valorizzare l’esperienza e la soggettività femminile mediante la ricerca e l’approfondimento del patrimonio di saperi derivante dalla storia delle donne e delle relazioni di genere. A partire da questa prospettiva, la SIS ha tra le sue finalità l’introduzione di concetti e categorie nuove nella ricerca e nella didattica della storia, allo scopo di modificare contenuti e metodi della conservazione documentaria e della trasmissione delle conoscenze. Nel 2002 ha fondato la rivista Genesis.

Storia delle minoranze

ECMI European Center for Minority Issues [EN]

http://www.ecmi.de/home/
L’ECMI di Flensburg è stato fondato nel 1996 dai governi di Danimarca, Germania e dal Lander dello Schleswig-Holstein. Costituito a partire dall’idea di interdisciplinarietà, sostiene attivamente le ricerche sui diritti e sulla condizione delle minoranze in Europa, organizza conferenze e seminari su questo tema; possiede una vasta biblioteca sulle minoranze.

DIACRONIE - Studi di Storia Contemporanea

Portale e rivista di storia contemporanea a cadenza trimestrale.

ISSN 2038-0955 - Autorizzazione n°8043 del Tribunale di Bologna in data 11/02/2010 - Gli articoli di Diacronie. Studi di Storia Contemporanea sono pubblicati sotto licenza Creative Commons 2.5. - redazione.diacronie[at]hotmail.it