SEGUICI SU

n32_toscano

6/ Le donne, il fordismo, Gramsci: una prospettiva di genere sulla società statunitense (1909-1930)

di Bruno Walter Renato Toscano

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 32, 4|2017

.

.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.

.

"Ford túraautó" by Fæ via Wikimedia Commons (CC BY-SA 3.0)

“Ford túraautó” by Fæ via Wikimedia Commons (CC BY-SA 3.0)

.

.


Abstract


{tab=Italiano}

Uno dei temi meno esaminati all’interno dell’analisi del fordismo è certamente quello riguardante le donne. Sebbene siano state scritte alcune pubblicazioni al riguardo, molte delle quali hanno trattato il tema indirettamente, non si è delineata una ricerca completa circa il tema in questione. Questo articolo tenterà di analizzare la relazione tra il fordismo e i rapporti di genere – sia interni che esterni alla fabbrica automobilistica – nel periodo che comprende gli anni Dieci del Novecento e la fase subito precedente allo scoppio della Seconda Guerra. Si farà qui particolare riferimento all’analisi di Gramsci presente nei Quaderni del Carcere sul concetto di fordismo, ma anche sulla sua interpretazione di americanismo, taylorismo e di «quistione sessuale», evidenziando così il ruolo della donna attraverso tre figure talvolta distinte, molto spesso confuse tra loro: la donna come operaia, sottoposta a determinate politiche industriali; la donna come parte del processo di razionalizzazione messo in atto da Henry Ford; la donna come consumatrice all’interno del mercato automobilistico delle industrie Ford.

Parole chiave: donne, fordismo, Gramsci, Stati Uniti, studi di genere.

{tab=English}

One of the least discussed topics about the analysis of Fordism is certainly that concerning women. Although the publications have been written about it, a complete research has not been outlined. This article will attempt to analyse the connection between Fordism and gender relations – both internals and externals to the automotive factory – in the period that includes the first decade of the Twentieth Century and the years immediately preceding the outbreak of the Second World War. Particular attention will be paid to the analysis of Gramsci in the Quaderni del Carcere about the concept of Fordism, and even to his interpretation of Americanism, Taylorism and «quistione sessuale», thus highlighting the role of women through three sometimes distinct but very often confused figures: womans as a labourer subject to certain industrial policies; woman as a part of the rationalisation process implemented by Henry Ford; woman as a consumer in automotive business of Ford industries.

Keywords: Fordism, gender studies, Gramsci, United States, women.

{/tabs}

.


Testo integrale


[» Scarica l’articolo in PDF]

[gview file=”http://www.studistorici.com/wp-content/uploads/2017/12/06_TOSCANO.pdf”]

.


L’autore


Bruno Walter Renato Toscano è attualmente studente del corso di Laurea Magistrale in Scienze Storiche presso l’Università di Bologna, indirizzo “Storia contemporanea”. Ha conseguito la laurea triennale con il massimo dei voti in Studi Filosofici e Storici (L-5) presso l’Università degli Studi di Palermo.
.


Per citare questo articolo


Toscano, Bruno Walter Renato, «Le donne, il fordismo, Gramsci: una prospettiva di genere sulla società statunitense (1909-1930)», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 32, 4|2017

URL: <http://www.studistorici.com/2017/12/29/toscano_numero_32/>

.


Licenze


Creative Commons License«Le donne, il fordismo, Gramsci: una prospettiva di genere sulla società statunitense (1909-1930)» by Bruno Walter Renato Toscano / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

.

Donne&Diritti – Osservatorio di Storiografia giuridica

Donne&Diritti. Osservatorio di storiografia giuridica è un’iniziativa che nasce all’interno delle Università italiane e alla quale partecipano docenti di Storia del diritto medievale e moderno. Il sito vuole essere un luogo di diffusione scientifica e didattica di tematiche inerenti la storia della costruzione dell’identità giuridica delle donne e degli uomini.

4/ Lasciar parlare il silenzio. La Partition del subcontinente indiano e le abducted women

di Piera CAVENAGHI
Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 8, 4|2011

.
.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.
.

"Carry your own burden!", by Ghulam Nabi Kazi on flickr (CC-BY-NC-SA)

"Carry your own burden!", by Ghulam Nabi Kazi on flickr (CC-BY-NC-SA)

.
.


Abstract


{tab=Italiano}

Le violenze perpetrate nel corso della Partition dell’India nel 1947 sono conosciute e documentate. Meno note sono le violenze che colpirono decine di migliaia di donne rapite e stuprate. Entrambi i governi di India e Pakistan ammisero questi crimini e si accordarono per ritrovare e reintegrare le donne rapite. Il governo indiano s’impegnò in modo particolare per portare a compimento il piano di recupero a costo di restituire le donne contro la loro volontà. Il recupero delle donne rapite divenne una questione di onore nazionale che contrastò apparentemente con il concetto di onore familiare e della comunità. Molte delle donne riottenute furono infatti rifiutate dalle loro famiglie che le considerarono impure. Da parte sua il governo compì un grande sforzo per reintegrarle. Dopodiché il silenzio le avvolse e la memoria delle loro sofferenze svanì. I ricordi delle donne che si erano suicidate “per salvare il loro onore”, invece, furono tramandati con enfasi.

Parole chiave: Partition, subcontinente indiano, onore, donne, violenza.

{tab=English}

The acts of violence committed during the Partition of India in 1947 are known and proved. Less well known is violence that struck tens of thousands of abducted and raped women. Both India and Pakistan admitted these crimes and agreed to recover and restore the abducted women. The Indian Government especially committed to accomplish the recovery plan even at the cost of sending the women forcedly back. The recovery of abducted women became a issue of national honour that apparently contrasted with the family and community concept of honour. Many of the recovered women were indeed rejected by their families, regarding them as impure. On its part the Indian Government made a great deal of effort to restore them. After that, silence enshrouded them and the memory of their pain faded. By contrast memories of women who had committed suicide “to save their honour”, were emphatically handed on.

Keywords: Partition, Indian Subcontinent, honour, abducted women, violence.{/tabs}
.
.


Testo integrale

[» Scarica l’articolo in PDF]
[gview file=”http://www.studistorici.com/wp-content/uploads/2011/10/04_CAVENAGHI_numero_8.pdf” ]

.
.


L’autore


.


Per citare questo articolo


CAVENAGHI, Piera, «Lasciar parlare il silenzio. La Partition del subcontinente indiano e le abducted women», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 8, 4|2011,

URL:<http://www.studistorici.com/2011/10/29/cavenaghi_numero_8>
.
.


Licenze


Creative Commons License«Lasciar parlare il silenzio. La Partition del subcontinente indiano e le abducted women» by Piera Cavenaghi / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.
.
.

Sammlung Frauennachlässe am Institut für Geschiche der Universität Wien

Fondata nel 1991, la “Sammlung Frauennachlässe” (letteralmente “raccolta di lasciti femminili”) dell’Università di Vienna ha come obiettivo la documentazione sistematica e la valorizzazione di materiale scritto e iconografico di donne, ma anche i persone legate alle donne, che lo renda accessibile alla ricerca scientifica, tramite un’attenta opera di archiviazione.

IMPRESSUM

DIACRONIE Studi di Storia Contemporanea ISSN 2038-0955 Rivista e risorsa digitale indipendente a carattere storiografico. Uscita trimestrale. Autorizzazione n°8043 del Tribunale di Bologna in data 11/02/2010 Gli articoli di Diacronie. Studi di Storia Contemporanea sono pubblicati sotto licenza Creative Commons 2.5.

DIACRONIE - Studi di Storia Contemporanea

Portale e rivista di storia contemporanea a cadenza trimestrale.

ISSN 2038-0955 - Autorizzazione n°8043 del Tribunale di Bologna in data 11/02/2010 - Gli articoli di Diacronie. Studi di Storia Contemporanea sono pubblicati sotto licenza Creative Commons 2.5. - redazione.diacronie[at]hotmail.it