SEGUICI SU

N24_WANDERLEY

9/ Dittatura militare e televisione in Brasile: una rilettura critica (1964-1979)

di Sonia Wanderley

traduzione di Jacopo Bassi

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 24, 4|2015

.

.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.

.

"Like Father, Like Son! 1973" by Leandro Miranda on Flickr (CC BY-NC 2.0)

“Like Father, Like Son! 1973” by Leandro Miranda
on Flickr (CC BY-NC 2.0)

.

.


Abstract


{tab=Italiano}

Nonostante l’autoritarismo, la dittatura militare brasiliana produsse un discorso volto alla difesa della democrazia, conformemente alla Dottrina della Sicurezza Nazionale (DSN). Per legittimarla, la programmazione televisiva assunse un ruolo pedagogico nel consolidamento dei concetti cari al regime, principalmente quelli di integrazione nazionale e di modernità. Questo saggio mostra come il settore televisivo fosse parte integrante del gruppo che assunse il potere politico nel paese nel 1964. Tuttavia, come altre forme di solidarietà, quella stabilitasi tra i proprietari delle emittenti televisive (una concessione pubblica) e la dittatura militare brasiliana non fu esente da rotture. L’articolo evidenzia la necessità di riconsiderare le letture esistenti che hanno voluto vedere, semplicisticamente, un’alleanza fra questi ambienti e la dittatura militare.

Parole chiave: cultura politica, dittatura militare brasiliana, Dottrina della Sicurezza Nazionale (DSN), integrazione nazionale, televisione.

{tab=English}

Despite authoritarianism, the Brazilian military dictatorship has produced a speech in defense of democracy, according to the Doctrine of National Security (DSN). To legitimate it, the television-scheduling grid assumes a pedagogical role in the constitution of meanings desired by the regimen, mainly those of national integration and modernity. This text sees the television field as an integral part of the group who took up the political power of the country in 1964. However, just like the other forms of solidarity, the one stablished among the TV broadcasters’ owners (a public concession) and the Brazilian military dictatorship is not exempt of disruption. Therefore, the text points to the need to relativize existing readings, which build up a simplistic alliance between this field and the military dictatorship.

Keywords: Brazilian military dictatorship, Doctrine of National Security (DSN), national integration, political culture, television field.

{/tabs}

.


Testo integrale


[» Scarica l’articolo in PDF]

[gview file=”http://www.studistorici.com/wp-content/uploads/2015/12/09_WANDERLEY.pdf”]

.


L’autore


Sonia Wanderley si è addottorata in Storia sociale presso l’Universidade Federal Fluminense (UFF). Attualmente è professoressa dell’Universidade do Estado do Rio de Janeiro (UERJ), dove lavora all’interno dell’Instituto de Aplicação (CAp/UERJ), oltre che nel corso di Laurea magistrale in Storia sociale della Facoltà di Scienze della formazione (FFP/UERJ).
.


Per citare questo articolo


Wanderley, Sonia, «Dittatura militare e televisione in Brasile: una rilettura critica (1964-1979)», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 24, 4|2015

URL: <http://www.studistorici.com/2015/12/29/wanderley_numero_24/>

.


Licenze


Creative Commons License«Dittatura militare e televisione in Brasile: una rilettura critica (1964-1979)» by Sonia Wanderley / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.

.

1/ Cultura de la violencia y Parlamento: Los diputados Castellanos y Leoneses en las Cortes de 1936

di Concepciòn MARCOS DEL OLMO
(Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011)

In questo articolo l’obiettivo è quello di analizzare l’attività parlamentaria (con particolare attenzione al periodo febbraio 1936) dei deputati eletti a rappresentanza delle nove provincie che compongono l’attuale comunità autonoma della Castiglia e León (Castilla y León). Lo scopo è quello di esaminare quale fu realmente l’attitudine dei deputati rispetto alla complessa situazione che attraversava allora il paese, prendendo in considerazione il comportamento adottato nei confronti del regime parlamentario. A partire da ciò, dobbiamo tenere in considerzione che si tratta di un gruppo rappresentativo diverso nel tempo, dotato di un substrato omogeneizzante: lo speciale impegno con il parlamentarismo e la democrazia alla quale, in teoria, dovevano la loro carica, risulta qui un elemento coercitivo fondamentale per comprendere quali desviazioni politiche si stabilirono e quale particolare significato scaturì da questa esperienza. // Se pretende analizar la actividad parlamentaria de los diputados elegidos en representación de las nueve provincias que componen la actual comunidad autónoma de Castilla y León a fin de rastrear su actitud ante el crucial momento que vive el país, con específica atención a lo que pueda ser su compromiso con el vigente régimen parlamentario. Consideramos que se trata de un grupo representativo en su diversidad al tiempo que dotado del mejor sustrato homogeneizador: su especial compromiso con el parlamentarismo y la democracia a los que, siquiera en teoría, deben su cargo, por lo que cualquier desviación al respecto adquiere en ellos un especial significado. // This article analyses the behavior of the elected members of parliament (on February 1936), who represented the nine regions comprising the current autonomous community of Castilla y León. The research tries to identify their attitude to the crucial moment the country is living, and focusing on their commitment to the parliamentary system currently in force. We consider it as a representative group due to its diversity, and to the fact that all the members shared a common aspect: their special commitment to parliamentary system and democracy, which had provided them with their possessions; according to this, any departure from that line in this group has a special meaning.

IMPRESSUM

DIACRONIE Studi di Storia Contemporanea ISSN 2038-0955 Rivista e risorsa digitale indipendente a carattere storiografico. Uscita trimestrale. Autorizzazione n°8043 del Tribunale di Bologna in data 11/02/2010 Gli articoli di Diacronie. Studi di Storia Contemporanea sono pubblicati sotto licenza Creative Commons 2.5.

DIACRONIE - Studi di Storia Contemporanea

Portale e rivista di storia contemporanea a cadenza trimestrale.

ISSN 2038-0955 - Autorizzazione n°8043 del Tribunale di Bologna in data 11/02/2010 - Gli articoli di Diacronie. Studi di Storia Contemporanea sono pubblicati sotto licenza Creative Commons 2.5. - redazione.diacronie[at]hotmail.it