ISSN: 2038-0925

    N. 51 | ottobre 2022

    Miscellaneo

    A cura della redazione

    "Blackbird Stoplight by moonjazz on Flickr (CC BY-NC 2.0)

    Il numero 51 di Diacronie è integralmente consacrato alle sue tre sezioni tematiche: Motore, ciak, storia!, Clioludica e L’ambiente della storia. Quest’ultima – curata da Roberta Biasillo ed Elisa Tizzoni – debutta ufficialmente sulle pagine della rivista con due articoli e uno spazio riservato alle recensioni tematiche. Conclude il numero la consueta rassegna di recensioni.

    [continua...]

    Call for paper

    Numero 55 | Invio di contributi

    1989 poster celebrating May Day and COSATU's Living Wage Campaign in South Africa.

    Mondi del lavoro e del Welfare State in Europa tra due crisi (1973-2013)

    A cura di Manfredi Alberti (Università di Palermo) e Michele Mioni (Otto-Friedrich University Bamberg)

    Le nozioni di “neo-liberismo”, “globalizzazione”, “rivoluzione informatica” sono categorie normalmente usate nella letteratura per spiegare e contestualizzare l’evoluzione dei sistemi di welfare. Le riforme sociali si sono orientate nel corso degli ultimi decenni verso una maggior attenzione alle politiche attive, alla flexsecurity, al workfare. Nel dibattito pubblico, attori politici ed esperti hanno sottolineato come le riforme del welfare e del lavoro improntate a una maggiore flessibilità e mobilità fossero necessarie per garantire la competitività e per incentivare il reinserimento….

    [continua...]

    Call for paper – sezioni

    Numero 53 | Invio di contributi

    Clark Terry & Ernie Wilkins

    Popular music e storia: Media, consumi e politica dagli anni Cinquanta agli anni Novanta

    a cura di Alessia Masini

    Negli studi storici la popular music è stata spesso rappresentata come colonna sonora o contrappunto musicale di grandi cambiamenti ed è stata a lungo per lo più considerata come una fonte minore, a fronte di fonti maggiori e proprie della storia. Grandi lavori di ricerca condotti su larga scala – e che hanno avuto un grande impatto e risultati nella storiografia – si sono soffermati soprattutto su temi “tradizionali”: la musica erudita europea – opera e musica classica – con le sue regole e caratteristiche specifiche; il cantautorato folk legato alla protesta degli anni Sessanta e Settanta, utile per tracciare il profilo di quella generazione politica. È impossibile predeterminare il valore o i risvolti culturali e politici della…

    [continua...]

AGENDA

“Extrema derecha 2.0 Qué es y cómo combatirla”

  Martedì, 1 marzo 2022, ore 18:00 - 19:30 Diretta sulla pagina Facebook della rivista Diacronie Studi di Storia contemporanea della  Presentazione del libro Extrema ...

I perpetratori della Shoah in letteratura, al cinema e in altri media

Convegno interdisciplinare 3-4 febbraio 2022 Sala Napoleonica, Via S. Antonio 12 - Milano   Almeno a partire dall'inizio degli anni Sessanta, la riflessione ...

“Sessualità, soggettività, community building nelle elaborazioni teoriche e pratiche dell’identità di genere tra XIX e XX secolo”

Lunedì 13 dicembre 2021, dalle 13 alle 15, presso il Centro delle donne di Bologna e in diretta sulla nostra pagina Facebook ...

Segnalazioni

Storie restituite

Il progetto biennale “Storie restituite” è nato grazie al lavoro di riordino e inventariazione del fondo archivistico EGELI della Cariplo curato dall’Archivio storico di Intesa Sanpaolo nell’ambito del Progetto Cultura. Oltre alla valorizzazione del patrimonio tramite il portale “Storie restituite” il progetto si è tradotto in una mostra alle Gallerie d’Italia di Milano. Il portale, come sottolineato nella pagina di presentazione del […]


Hannah Arendt Center for Political Studies

Nato nel 2016 nell’ambito del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Verona il Centro di studi politici “Hannah Arendt”, propone un’indagine, in una prospettiva interdisciplinare, che alla ricerca filosofico-politica nel campo degli studi arendtiani affianchi la ricerca e la riflessione politica sulla contemporaneità. Nello specifico esso promuove sia attività di ricerca filosofica o storiografica nel campo degli studi […]


Archivio desaparecido

“Il fenomeno dei desaparecidos in America Latina è stato riconosciuto come crimine contro l’umanità dalle Nazioni Unite soltanto negli anni ’90. Fra questi quanti sono gli italiani, che fine hanno fatto, quali sono le loro storie? Se ne sta occupando da un anno un progetto del Centro di giornalismo permanente, un collettivo di giornalisti indipendente […]