ISSN: 2038-0925

“1861 Ab origine – 150 anni di Provincia attraverso gli abiti dei siciliani”

Florio26 agosto – 23 ottobre 2011, Palermo, Palazzo S.Elia,

In mostra fino al 23 ottobre, 130 pezzi della collezione Piraino, tra abiti, accessori, bianch eria intima, vestiti da sposa: 3 sale, delle 11 che compongono il percorso espositivo, sono dedicate ai documenti d’Archivio sull’Unificazione italiana e ripercorrono un secolo e mezzo di attività dell’Ente

Palermo – Le stoffe preziose, i velluti e i merletti, le scarpe, le borse, i cappelli, le cuffie da notte, le proporzioni che ricompongono l’immagine e il profilo di corpi e forme d’altri tempi, minutissimi, quasi da bambine, o imponenti, da matrone. Guanti, giacche, sottogonne, artifici per imbottire, gonfiare, nascondere o esibire; abiti da sposa e un’ampia esposizione di pezzi di biancheria intimida. Come dire: dai viali del passeggio al salotto, dal loggione del teatro alla camera da letto.

Un percorso che attraversa due secoli e mezzo di vita quotidiana degli uomini e delle donne siciliani, aristocratici e borghesi, condensati nella moda – o meglio sarebbe dire, ‘nelle mode’ – inventate negli atelier europei e sempre piu’ spesso prodotte dalle sarte palermitane, firmate da nomi illustri del bel mondo e assurte a specchio di un’epoca, a simbolo di una stagione, come se la foggia di un pantalone, il taglio di una manica, le dimensioni di una robe à panier fossero il sigillo di un monarca al suo regno. E su tutto, quell’odore di canfora, la scia inconfondibile del passato, evocato dalle pagine di un libro o dalla scena memorabile di un ballo, come quello del Gattopardo, sulle note del valzer di Giuseppe Verdi.

E’ un viaggio affascinante, in equilibrio fra la tentazione del frivolo e il richiamo al rigore della Storia, quello proposto nella mostra 1861 Ab origine – 150 anni di Provincia attraverso gli abiti dei siciliani, in allestimento al piano nobile di Palazzo Sant’Elia (via Maqueda 81, Palermo) dal 26 agosto al 23 ottobre, come appuntamento principale del cartellone culturale di “Provincia in festa 2011” e omaggio ai due importanti anniversari che quest’anno la rassegna vuole celebrare: i 150 anni della nascita dell’Ente che coincidono con i 150 anni dell’Unità d’Italia.

L’esposizione è organizzata dalla fondazione “Arti decorative Raffaello Piraino Onlus”, cui il collezionista, pittore e storico del costume Raffaello Piraino ha donato il suo monumentale collettivo di abiti e accessori, composto da oltre 3mila pezzi: in mostra, a Sant’Elia, ce ne sono 130 – tra vestiti, cappelli, scarpe, borse, gioielli d’epoca, sia femminili che maschili. Lo stesso Piraino ne ha curato e diretto l’allestimento, in collaborazione con Rosalia Cavallero e Floriana Giallombardo.

La mostra resterà aperta fino al 23 ottobre, e potrà essere visitata gratuitamente il martedì, mercoledì, giovedì e domenica, dalle 9.30 alle 19.30; il venerdì e sabato, dalle 10 alle 22; chiuso il lunedì. Per informazioni, Palazzo Sant’Elia 091-6628289; www.provincia.palermo.it; ww.w.provinciainfesta.it

Scrivi un commento