ISSN: 2038-0925

Sommario numero 45

Numero 45

Odio e nemico nella storia

.

A cura di: Laura Fotia

Guest editor: Francesco Davide Ragno

Coordinamento redazionale: Jacopo Bassi, Matteo Tomasoni

Realizzazione digitale del numero: Valentina Rizzo

.

SOMMARIO

N°45, 5|2021 Diacronie. Studi di Storia Contemporanea

.

I. Articoli

II. Rubik

III. Recensioni

.


"." by marina guimarães on Flickr (CC BY-SA 2.0)
00/ On Hate and the Enemy, from the 20th century to today: a global view

di Laura FOTIA – Human beings are inclined to cooperate, rather than compete, with each other, and it is the History of Mankind that demonstrates it; in a nutshell, this is the message that can be extracted from the ground-breaking volume by Rutger Bregman De meeste mensen deugen. Een nieuwe … [more]

pp. II-XIII

.

I. Articoli


"somalia---italian-road-mark" by Frank Keillor on Flickr (CC BY-NC 2.0)
01/ Risentimento coloniale. I “nemici” dell’Italia e la retorica sul ritorno in Africa (1946-1960)Questo articolo è stato sottoposto a double-blind peer review

di Gianmarco MANCOSU – La retorica del risentimento verso i paesi europei che avrebbero impedito all’Italia di espandersi e di diventare una grande potenza è stato un elemento decisivo del discorso coloniale italiano sin dai suoi albori. L’analisi proposta in questo contributo, dopo un inquadramento metodologico sull’uso … [more]

pp. 1-18


"2013_07_01_Independence_Day_E" by AMISOM Public Information on Flickr (Public Domain)
2/ La construcción de enemigos externos como vía para la cohesión nacional en Somalia (1950-1991)Questo articolo è stato sottoposto a double-blind peer review

di Pablo ARCONADA LEDESMA – Questo lavoro intende analizzare la costruzione della figura di “Stati nemici” nella coscienza sociale e politica in Somalia a seguito della decolonizzazione. Dopo l’indipendenza, la Somalia ha portato avanti un progetto irredentista il cui intento era quello di unificare le popolazioni della Somali… [more]

pp. 20-37


"The Libyan Sibyl" by Cian Fenton on Flickr (CC BY-NC-SA 2.0)
3/ “Radio Le Caire incitait les Libyens à se soulever, à tuer les Juifs, à chasser les américains”: reflets de la propagande nassérienne sur les violences de juin 1967 en LibyeQuesto articolo è stato sottoposto a double-blind peer review

di Giordano BOTTECCHIA – Allo scoppio della guerra dei Sei Giorni, il 5 giugno del 1967, un pogrom colpì la comunità ebraica in Libia, provocando il suo esodo definitivo dal paese. Se diversi studi hanno concentrato l’attenzione sul deterioramento delle condizioni di vita degli ebrei dopo l’indipendenza della Libia e hanno … [more]

pp. 38-58


"Beso de Judas" by Carlos ZGZ on Flickr (CC BY 2.0)
4/ Deconstructing the Frenemy in International RelationsQuesto articolo è stato sottoposto a double-blind peer review

di Luka NIKOLIĆ e Igor MILIĆ – Affermare che la frenemyship o la frenmity rappresentino i fondamenti teorici e pratici di questo lavoro, potrà sembrare eccessivamente eccentrico e ambizioso. Eppure, sentiamo la necessità di utilizzare chiavi di lettura diverse dalla ontologia dicotomica di amicizia vs. inimicizi… [more]

pp. 59-75


© David Olère, "En marche pour l’écoute forcée de la BBC", date inconnue, huile sur toile, 163 x 98 cm, Musée d’Auschwitz.
5/ Figurer l’ennemi. Des artistes rescapés des camps nazisQuesto articolo è stato sottoposto a double-blind peer review

di Julie CONSTANT – Questo articolo analizza le caratteristiche e lo sviluppo della figura del nemico nelle opere di arti visive (disegni, dipinti, sculture e incisioni) di diversi artisti sfuggiti alle atrocità naziste. I disegni realizzati nei campi di concentramento si concentrano sulla figura umana, ma essenzialmen… [more]

pp. 76-99


"Establishment of the ICTY" by UN International Criminal Tribunal for the former Yugoslavia on Flickr (CC BY 2.0)
6/ La storia nei tribunali internazionali sui crimini di guerra

di Richard ASHBY WILSON – Perché i tribunali penali internazionali scrivono storie delle origini e delle cause dei conflitti armati? Sulla base di ricerche empiriche originali e dello studio delle strategie perseguite da giudici, pubblici ministeri, avvocati della difesa e periti in tre tribunali penali internazionali, il sa… [more]

pp. 100-126

.

II. Rubik


Rubik
7/ Dall’odio offline all’odio online: pratiche di costruzione e decostruzione del “nemico” oggi

di Laura FOTIA – Politiche e pratiche fondate su discorsi d’odio e processi di costruzione del “nemico” non rappresentano fenomeni nuovi, avendo attraversato secoli e continenti. Eppure, recentemente, il dibattito pubblico e quello scientifico su nuove manifestazioni di “incitamento all’odio” hanno … [more]

.

III. Recensioni


Federico FALOPPA, #Odio. Manuale di resistenza alla violenza delle parole, Torino, UTET, 2020, 280 pp.
8/ Federico FALOPPA, #Odio. Manuale di resistenza alla violenza delle parole, Torino, UTET, 2020, 280 pp.

di Jacopo BASSI – Il tema dei discorsi d’odio ha oramai una consolidata tradizione di studi, in particolare in campo sociale e giuridico. Quel che appare realmente nuovo nel panorama degli hate speech è la pervasività e la rapidissima diffusione di questi stessi per effetto della diffusione che viene oggi consentita … [more]

pp. 127-133


Carla KONTA, "The US public diplomacy in socialist Yugoslavia, 1950-70. Soft culture, cold partners", Manchester, Manchester University Press, 2020, 193 pp.
9/ RECENSIONE: Carla KONTA, The US public diplomacy in socialist Yugoslavia, 1950-70. Soft culture, cold partners, Manchester, Manchester University Press, 2020, 193 pp.

di Stefano SANTORO – Dalla fine degli anni Novanta del secolo scorso, un numero crescente di studi ha affrontato il tema delle relazioni internazionali da una prospettiva diversa, non limitata alla dimensione della diplomazia tradizionale, ma diretta ad esaminare aspetti in precedenza trascurati, relativi ad esempio all… [more]

pp. 134-140


Maria Luisa DI FELICE, "Renzo Laconi. Una biografia politica e intellettuale", Roma, Carocci, 2019, 685 pp.
10/ RECENSIONE: Maria Luisa DI FELICE, Renzo Laconi. Una biografia politica e intellettuale, Roma, Carocci, 2019, 685 pp.

di Lorenzo DI STEFANO – Maria Luisa Di Felice, ricercatrice universitaria in Storia contemporanea presso la Facoltà di Studi umanistici dell’Università di Cagliari, oltre ad avere all’attivo una vastissima produzione scientifica e un percorso formativo e professionale in lettere e archivistica, dal 2009 è responsabile scie… [more]

pp. 141-146


RECENSIONE: Alfredo MIGNINI, Enrico PONTIERI, "Qualcosa di meglio. Biografia partigiana di Otello Palmieri", Bologna, Pendragon, 2019, 222 pp.
11/ RECENSIONE: Alfredo MIGNINI, Enrico PONTIERI, Qualcosa di meglio. Biografia partigiana di Otello Palmieri, Bologna, Pendragon, 2019, 222 pp.

di Alessandro STOPPOLONI – Leggendo un lavoro di ricerca spesso ci si trova davanti ai risultati di un processo lungo e complesso in cui la soggettività del ricercatore solo di rado viene messa in risalto. L’impiego di fonti orali all’interno della ricerca storica ha contribuito a far emergere la consapevolezza di dover espli… [more]

pp. 147-152

[Torna su ↑]

.

N.B.: l’icona Questo articolo è stato sottoposto a double-blind peer review contraddistingue gli articoli che sono stati sottoposti a double-blind peer review.

.

Credits

  • Copertina del numero: “Teheran US embassy propaganda gun” by Phillip Maiwald (Nikopol) via Wikimedia Commons (CC BY-SA 3.0)
  • Introduzione: “.” by marina guimarães on Flickr (CC BY-SA 2.0)
  • Sezione I: “Cualpaz” by Guillermo Iruretagoyena via Wikimedia Commons (CC BY-SA 3.0)
  • Sezione II: “Rubik” by Yorch Morgovo on Flickr (CC BY-ND 2.0)
  • Sezione III: “[Ex libris Torsten Uggla]” by Skara kommun on Flickr (CC BY 2.0)

.

Scrivi un commento