SEGUICI SU

N14_PANDOLFO_thumb

12/ La Somalia coloniale: una storia ai margini della memoria italiana

di Michele Pandolfo

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 14, 2|2013

.

.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.

.

"Somalia Postage Stamp: Child Welfare" by Karen Horton on Flickr (CC BY-NC 2.0)

“Somalia Postage Stamp: Child Welfare” by Karen Horton
on Flickr (CC BY-NC 2.0)

.

.


Abstract


Italiano

Il legame storico che unisce la Somalia all’Italia nacque già nella seconda metà dell’Ottocento, quando l’Italia manifestò per la prima volta interesse per il Corno d’Africa. A seguito della costituzione della prima colonia, quella eritrea, gli italiani riuscirono a insediarsi lungo le coste della terra dei somali, dove costituirono avamposti commerciali. Il controllo effettivo dell’intera colonia giunse soltanto con l‘avvento del regime fascista mediante una dura repressione militare. Al termine della Seconda guerra mondiale le Nazioni Unite affidarono all’Italia uno speciale protettorato sul paese: l‘Amministrazione fiduciaria italiana sulla Somalia (Afis).

Parole chiave: Somalia, colonialismo italiano, fascismo, Afis, Corno d’Africa.

 

English

The historical connection between Somalia and Italy was born in the second half of the XIX century, when Italy showed for the first time interest in the Horn of Africa. Following the establishment of the first colony, the Eritrea, Italians settled along the coast of Somalia and built trading outposts. The effective control of the whole colony came only with the fascist regime, through a harsh military repression. At the end of the Second World War, the United Nations entrusted to Italy a special protectorate over the country: the Italian Fiduciary Government of Somalia (Trust Territory of Somalia).

Keywords: Somalia, Italian colonialism, fascism, Trust Territory of Somalia, Horn of Africa.

 
 

.


Testo integrale


[» Scarica l’articolo in PDF]


Download (PDF, 572KB)

.


L’autore


Michele Pandolfo ha conseguito la Laurea Specialistica in Filologia Moderna; è oggi Dottorando in Storia, Culture e Strutture delle Aree di Frontiera presso l’Università degli Studi di Udine, in cotutela con l’Université Paul Valery di Montpellier.
.


Per citare questo articolo


Pandolfo, Michele, «La Somalia coloniale: una storia ai margini della memoria italiana», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 14, 2|2013

URL: <http://www.studistorici.com/2013/08/29/pandolfo_numero_14/>

.


Licenze


Creative Commons License«La Somalia coloniale: una storia ai margini della memoria italiana» by Michele Pandolfo / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.

.

13/ Fuori dal regime fascista: organizzazioni politiche degli italiani a Tripoli durante la fase postcoloniale (1948-1951)

di Chiara LOSCHI – Il colonialismo italiano è mosso da diverse necessità, dal tentare una soluzione ai problemi economici, alla ricerca di prestigio su scala internazionale. Nel 1939 il regime fascista proclamò la Libia “Quarta sponda”, come naturale prolungamento della penisola italiana, insediando migliaia di italiani in villaggi creati ex novo. All’ombra di questo potere che tentò di pianificare l’emigrazione italiana, si svilupparono nella regione altre visioni politiche che emersero nella fase post-coloniale. Il presente contributo intende analizzare i movimenti progressisti, comunisti e sindacali italiani, che in Libia operarono tra il 1948 e il 1951, portatori di una differente interpretazione dell’“italianità” e dell’impresa coloniale.

DIACRONIE - Studi di Storia Contemporanea

Portale e rivista di storia contemporanea a cadenza trimestrale.

ISSN 2038-0955 - Autorizzazione n°8043 del Tribunale di Bologna in data 11/02/2010 - Gli articoli di Diacronie. Studi di Storia Contemporanea sono pubblicati sotto licenza Creative Commons 2.5. - redazione.diacronie[at]hotmail.it