SEGUICI SU

22/ Aviazione legionaria: il comando politico-strategico e tecnico-militare delle forze aeree impiegate nel conflitto civile spagnolo

di Edoardo GRASSIA
Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011
.
.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA

.
.

"Avião, Portugal", by Biblioteca de Arte-Fundação Calouste Gulbenkian on flickr (CC BY-NC-ND)

"Avião, Portugal", by Biblioteca de Arte-Fundação Calouste Gulbenkian on flickr (CC BY-NC-ND)

.
.



Italiano


Nel conflitto civile spagnolo intervennero 5699 militari e oltre 700 aerei della Regia Aeronautica italiana. Questa compagine, per non esporre bandiere o coccarde italiane vista la segretezza dell’intervento bellico in terra straniera, assunse il nome di Aviazione Legionaria. Nel mio articolo cercherò di mettere in luce le anomalie italiane del vertice politico-strategico che portarono alla decisione di intervenire nel conflitto spagnolo, visto che presero parte a questa decisione autorità estranee all’intervento militare e non intervennero, altresì, coloro che ne avevano piena autorità, nonché le forti stranezze circa l’impiego e il comando del “mezzo aereo”, spesso utilizzato secondo il retaggio delle forze terrestri in sostituzione dell’artiglieria o dei carri armati. Considerando, infine, il conflitto civile spagnolo quale preludio della Seconda Guerra Mondiale, in conclusione porrò in luce come l’impegno assunto in Spagna apportò dei falsi insegnamenti dal punto di vista militare, per altro perpetuati nel più impegnativo conflitto mondiale, nonché la riconducibilità delle mancanze di materiale bellico lamentate dal duce italiano nel 1943 alla scarsa lungimiranza italiana nel suo impegno a fianco del Generalissimo Francisco Franco.

Parole chiave: Aviazione Legionaria (italiana), Mario Roatta, Ufficio Spagna, Comando Truppe Volontarie, Regia Aeronautica.

 

English

In the Spanish Civil War 5699 soldiers and more than 700 planes of the Italian Regia Aeronautica (Italian Royal Air Force) intervened. This military unit, in order not to put out Italian flags or badges, having regard to the secrecy of the military intervention in a foreign country, was named Legionary Air Force. In my article I will try to highlight the Italian anomalies of the political-strategic highest authorities who led to the decision of intervening in the Spanish conflict, since leaders that had no competent authority took part in the decision of the military intervention, while those who had full powers did not take part in it. Moreover, I will try to underline the heavy oddities related to the employment and the command of the aircraft which was often used according to the old legacy of the land force in order to substitute the artillery or the tanks. Finally, considering the Spanish conflict as a prelude to the Second World War, I will point up how the commitment in Spain led to false instructions in the military domain, maintained in the most challenging world conflict, as well as how the want of war material complained by the Italian duce in 1943 is to ascribe to the Italian limited far-sightedness in its commitment alongside Generalissimo Francisco Franco.

Keywords: Italian Legionary Aviation, Mario Roatta, Spain Office, Corps of Volunteer Troops, Italian Royal Air Force.

 
 

.
.


[» Scarica l’articolo in PDF]

Download (PDF, 951KB)

.
.



Edoardo Grassia, laureato in Sociologia (V.O.) presso l’Università “La Sapienza” di Roma, è ora studente del corso di laurea in Storia presso la stessa università. Si è occupato dell’Aviazione Legionaria da Bombardamento, da cui è nata la pubblicazione: L’Aviazione Legionaria da bombardamento (Spagna 1936-1939). Iniziare da stanotte azione violenta su Barcellona, Roma, IBN Editore, 2009. Svolge regolarmente attività di studio e di ricerca in ambito storico e storico-militare.

.
.



GRASSIA, Edoardo, «Aviazione legionaria: il comando politico-strategico e tecnico-militare delle forze aeree impiegate nel conflitto civile spagnolo», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011,
URL:<http://www.studistorici.com/2011/071/29/grassia2_numero_7>
.
.



Creative Commons License«Aviazione legionaria: il comando politico-strategico e tecnico-militare delle forze aeree impiegate nel conflitto civile spagnolo» by Edoardo GRASSIA/ Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.
.
.

6/ Barcellona, 17 e 18 marzo 1938

di Edoardo GRASSIA
Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011
.
.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE CITAZIONE LICENZA

.
.

"Bombardeig de Barcelona", by Jaume d'Urgell on flickr (CC-BY-NC)

"Bombardeig de Barcelona", by Jaume d'Urgell on flickr (CC-BY-NC)

.
.



Italiano

Il 17 e 18 marzo 1938 Barcellona subì pesantissimi bombardamenti ad opera di aerei dell’Aviazione Legionaria decollati da Palma di Maiorca. Ciano riferì all’ambasciatore inglese che l’ordine di bombardare era partito direttamente da Franco, ma in realtà lo diede Mussolini al Generale Valle, incontrato casualmente alla Camera dove il Duce italiano si era recato per fare un atteso discorso circa l’Anschluss. Perché quest’ordine? È stato più volte scritto che le motivazioni vanno cercate nella volontà di fiaccare il morale della popolazione civile, secondo i migliori insegnamenti della dottrina aerea del Douhet, o nella risposta alla riapertura della frontiera francese per il transito degli aiuti alla fazione repubblicana. Queste motivazioni, per quanto valide, si sono concentrate solo all’interno del conflitto civile spagnolo. Nel mio articolo, in un ottica che prende in considerazione l’approssimarsi della Seconda Guerra Mondiale, cercherò di argomentare un’ulteriore motivazione proprio a partire dall’annessione dell’Austria realizzata dai tedeschi e dalla volontà dichiarata di Mussolini di accrescere le sue quotazioni presso Hitler in un’ottica di futura alleanza militare. I bombardamenti di Barcellona del 17 e 18 marzo 1938, da questo punto di vista, acquisiscono una dimensione comunicativa di tenacia, spregiudicatezza e potenza militare, che, almeno in apparenza, il Duce, cavalcando l’onda euforica innescata dall’Anschluss, voleva trasmettere al possibile alleato.

Parole chiave: Barcellona, bombardamento aereo, Aviazione Legionaria (italiana), SM.79, guerra civile spagnola.

 

English


On 17 and 18 March 1938 Barcelona was heavily bombed by the planes of the Legionary Air Force which took off from Palma de Mallorca. Ciano told the English ambassador that the order to bomb had come directly from Franco, but actually it was given by Mussolini to General Valle accidentally met at the Chamber where the Italian duce had gone to deliver a long-awaited speech on the Anschluss. Why was this order given? It has often been asserted that the reasons are to be searched in the will to wear down the civilians, according to the best teachings of Douhet’s air instructions, or in the reaction to the reopening of the French border to allow the aid for the republican faction. These reasons, though well-grounded, have been focused exclusively on the Spanish Civil War. In my article, according to a broader viewpoint considering the approach of the Second World War, I will try to analyze a further reason starting exactly from the annexation of Austria carried out by the Germans and from Mussolini’s explicit desire to increase his reputation in Hitler’s opinion in the hope of a future military alliance. The bombing of Barcelona on 17 and 18 March 1938, from this viewpoint, acquires a communicative dimension of constancy, unscrupulousness and military power that the duce, at least outwardly, catching the euphoric current wave set off by the Anschluss, wanted to transmit to the possible ally.

Keywords: Barcelona, air raid, Italian Legionary Aviation, SM.79, Spanian Civil War.

 
 

.
.


[» Scarica l’articolo in PDF]

Download (PDF, 1.13MB)

.
.



Edoardo Grassia, laureato in Sociologia (V.O.) presso l’Università “La Sapienza” di Roma, è ora studente del corso di laurea in Storia presso la stessa università. Si è occupato dell’Aviazione Legionaria da Bombardamento, da cui è nata la pubblicazione: L’Aviazione Legionaria da bombardamento (Spagna 1936-1939) – Iniziare da stanotte azione violenta su Barcellona, Roma, IBN Editore, 2009. Svolge regolarmente attività di studio e di ricerca in ambito storico e storico-militare.
.
.



GRASSIA, Edoardo, «Barcellona, 17 e 18 marzo 1938», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 7, 3|2011,
URL:<http://www.studistorici.com/2011/071/29/grassia1_numero_7>
.
.



Creative Commons License«Barcellona, 17 e 18 marzo 1938» by Edoardo GRASSIA/ Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.
.
.

DIACRONIE - Studi di Storia Contemporanea

Portale e rivista di storia contemporanea a cadenza trimestrale.

ISSN 2038-0955 - Autorizzazione n°8043 del Tribunale di Bologna in data 11/02/2010 - Gli articoli di Diacronie. Studi di Storia Contemporanea sono pubblicati sotto licenza Creative Commons 2.5. - redazione.diacronie[at]hotmail.it