ISSN: 2038-0925

9/ Le radici ottomane della Turchia di Erdoğan

di Federico Donelli

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 12, 4|2012

.

.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.

.

"Islamic party - Easy advertising during Ramadan!" by quinn.anya on Flickr (CC BY-SA 2.0)

“Islamic party – Easy advertising during Ramadan!” by quinn.anya on Flickr (CC BY-SA 2.0)

.

.


Abstract


Italiano

L’articolo analizza due fasi della recente storia turca, l’ascesa di Turgut Özal (1982) e l’attuale governo a guida Erdoğan, dalle cui rispettive politiche emergono elementi volti ad un comune richiamo identitario al passato ottomano.
Definita da molti analisti come una politica di stampo neo-ottomano, questa ha iniziato a svilupparsi negli anni Ottanta parallelamente ad un altro fenomeno, ossia, il riemergere dell’Islam nel contesto pubblico e politico. Sviluppi favoriti dalle scelte intraprese da Özal che per primo cercò di rilanciare le ambizioni turche attraverso una graduale riconciliazione con l’eredità imperiale. Idee riprese e sviluppate nell’ultimo decennio dall’azione politica del Primo Ministro Erdoğan e del suo ideologo, il Ministro degli Esteri Davutoğlu, i quali hanno rilanciato nel contesto internazionale l’idea neo-ottomana della Turchia convinti che possa far rivivere i fasti di allora, facendole riassumere il ruolo di potenza regionale e globale.

Parole chiave: ottomanesimo, identità islamica, Recep Tayyip Erdoğan, neo-ottomanesimo, profondità strategica.

English

This essay analyzes two phases of recent Turkish history: the rising of Turgut Özal (1982) and the current government led by Erdoğan and his party AKP. Some elements, aimed at a common reference to the past Ottoman identity, emerge from their own politics.
It, described by many analysts as a politics of neo-Ottoman, has begun to develop in the eighties with another phenomenon, the re-emergencing of Islam in the public and political context. Turkish developments are favoured by the choices made by Özal who first tried to revive the Turkey ambitions through a gradual reconciliation with the imperial legacy. Ideas were taken up and developed in the last decade by political Prime Minister Erdoğan and his ideologue, Foreign Minister Davutoğlu, who raised the idea of neo-Ottoman Turkey. They both think that their country will revive the past glories, regaining the role of regional and global power.

Keywords: Ottomanism, Islamic identity, Recep Tayyip Erdoğan, Neo-Ottomanism, Strategic depth.


.


Testo integrale


[» Scarica l’articolo in PDF]


Download (PDF, 821KB)

.


L’autore


Federico Donelli è laureato in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; ha conseguito la Laurea Magistrale in Politica ed Economia del Mediterraneo presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Genova. Attualmente è Dottorando di ricerca presso l’Università degli Studi di Genova.
.


Per citare questo articolo


Donelli, Federico, «Le radici ottomane della Turchia di Erdoğan», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 12, 4|2012

URL: <http://www.studistorici.com/2012/12/29/donelli_numero_12/>

.


Licenze


Creative Commons License«Le radici ottomane della Turchia di Erdoğan» by Federico Donelli / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.

.

tag_red , , , , , , , ,

Scrivi un commento