ISSN: 2038-0925

4/ Il banditismo d’onore in Corsica nell’immaginario di viaggio francese (1815-1915)

di Giulio Tatasciore

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 15, 3|2013

.

.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.

.

"Represión del bandolerismo" by Biblioteca de la Facultad de Derecho on Flickr (CC BY 2.0)

“Represión del bandolerismo” by Biblioteca de la
Facultad de Derecho on Flickr (CC BY 2.0)

.

.


Abstract


Italiano

L’articolo si propone di ricostruire quale sia stata l’immagine del banditismo corso elaborata dalla cultura di viaggio ottocentesca francese attraverso l’analisi delle guide di viaggio e dei resoconti dei turisti dell’epoca. Tra il 1815 e il 1915 si assiste alla crescita dell’interesse turistico verso la Corsica, isola percepita come un luogo selvaggio, arcaico, al di fuori della civilizzazione. I viaggiatori francesi recepiscono l’idealizzazione romantica e letteraria della figura del bandito d’onore corso attribuendogli dei valori morali positivi. La rappresentazione del banditismo fornita dai viaggiatori risulta strettamente connessa alla rappresentazione del popolo corso. Il banditisme honoraire diventerà l’oggetto turistico principale dell’isola, tanto da trasformare il leggendario Antonio Bellacoscia, ormai anziano, in bandit decoratif.

Parole chiave: Corsica, banditismo, letteratura di viaggio, Bellacoscia, XIX secolo.

English

This paper aims at reconstructing the representations of Corsican banditry given by French travelers during the 19th century, taking into account travel guides and tourists reports. Between 1815 and 1915 an increasing interest in Corsica takes place; the island is perceived as a wild and archaic spot, outside civilization. French travelers incorporate the romantic idealization and literary figure of the bandit of honor, to whom they attribute positive morale values​​. The representation of banditry provided by travelers is closely related to the representation of the Corsican people. The banditisme honoraire will become the island’s main tourist object, so as to transform the legendary Antonio Bellacoscia in bandit decoratif.

Keywords: Corsica, banditry, travel literature, Bellacoscia, 19th century.


.


Testo integrale


[» Scarica l’articolo in PDF]


Download (PDF, 609KB)

.


L’autore


Giulio Tatasciore ha conseguito nel 2011 la laurea triennale in Storia contemporanea all’Università di Bologna. Nel 2012-2013 ha partecipato al «Cursus intégré franco-italien d’histoire et civilisations comparées» (Università di Bologna – Université Paris Diderot Paris VII). Attualmente sta svolgendo una tesi sull’immagine turistica del banditismo in Corsica e sul brigantaggio in Italia meridionale tra 1815 e 1915. È tra i curatori della mostra “Le relazioni italo-francesi attraverso la stampa”, organizzata nel 2013.
.


Per citare questo articolo


Tatasciore, Giulio, «Il banditismo d’onore in Corsica nell’immaginario di viaggio francese (1815-1915)», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 15, 3|2013

URL: <http://www.studistorici.com/2013/10/29/tatasciore_numero_15/>

.


Licenze


Creative Commons License«Il banditismo d’onore in Corsica nell’immaginario di viaggio francese (1815-1915)» by Giulio Tatasciore / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.

.

tag_red , , , , , , ,

Scrivi un commento