ISSN: 2038-0925

1/ “Mostrare il moderno”. Le Esposizioni universali tra fine Ottocento e gli inizi del Novecento

di Mario Coglitore

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 18, 2|2014

.

.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.

.

Anonimo, "Grand entrance, Exposition Universal, 1900, Paris, France", 1890-1900 ca. Riproduzione fotomeccanica, 20×30 cm. Washington D.C., Library of Congress: Prints and Photographs Division (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])

Anonimo, Grand entrance, Exposition Universal, 1900, Paris, France, 1890-1900 ca. Riproduzione fotomeccanica, 20×30 cm. Washington D.C., Library of Congress: Prints and Photographs Division (attraverso Wikimedia Commons [Public domain])

.

.


Abstract


Italiano

Le Esposizioni universali sono state una creazione specifica della società occidentale della seconda metà del XIX secolo. Specchio della seconda rivoluzione industriale nel quale si rifletteva anche l’anima del nuovo mondo tenuto assieme da avveniristiche reti telegrafiche, le si può considerare vere e proprie “mappe della percezione” che ruppero con il passato e costituirono una sorta di scaturigine del nuovo. Il “grande ciclo espositivo”, il circuito degli appuntamenti internazionali che si susseguirono con una certa frequenza, ad eccezione del periodo immediatamente successivo alla Prima guerra mondiale, è senz’altro uno di quegli angoli prospettici privilegiati dai quali osservare fenomeni sociali, culturali, urbanistici, antropologici di enorme impatto per la storia europea.

Parole chiave: comunicazioni, diciannovesimo secolo, esposizioni, tecnologia, trasporti.

English

Universal Exhibitions have been conceived specifically by the Western society in the second half of the XIX century. As a mirror of the second industrial revolution, which also reflected the soul of a new world held together by pioneering telegraph networks, they can actually be seen as “maps of perception” that broke with the past and formed a sort of wells ring of what was yet to come. The “great exhibition cycle”, the circuit of international events that followed with some frequency, with the exception of the period immediately following the First World War, is certainly one of those privileged perspective’s corners from which to observe social, cultural, urban and anthropological phenomena with a huge impact on European history.

Keywords: communications, exhibitions, Nineteenth century, technology, transports.


.


Testo integrale


[» Scarica l’articolo in PDF]


Download (PDF, 779KB)

.


L’autore


Mario Coglitore è docente a contratto di Relazioni internazionali a Venezia presso l’Università Ca’ Foscari. Autore di saggi e articoli di argomento storico, ha recentemente pubblicato I confini dell’Europa. Globalizzazioni, conquiste, tecnologie tra Ottocento e Novecento (Venezia, Cafoscarina, 2012).
.


Per citare questo articolo


Coglitore, Mario, «“Mostrare il moderno”. Le Esposizioni universali tra fine Ottocento e gli inizi del Novecento», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 18, 2|2014

URL: <http://www.studistorici.com/2014/06/29/coglitore_numero_18/>

.


Licenze


Creative Commons License«“Mostrare il moderno”. Le Esposizioni universali tra fine Ottocento e gli inizi del Novecento» by Mario Coglitore / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.

.

tag_red , , , , , , , , ,

Scrivi un commento