ISSN: 2038-0925

5/ La rivoluzione russa e i socialisti italiani nel 1917-18

di Giovanna Savant

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 32, 4|2017

.

.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.

.

Ivan Vladimirov (1870-1947), "La rimozione degli stemmi reali (abbasso l’aquila!)", 1917. Olio su tela, 29×22 cm. Collezione privata (via WikiArt [Public domain])

Ivan Vladimirov (1870-1947), La rimozione degli stemmi reali (abbasso l’aquila!), 1917. Olio su tela, 29×22 cm.
Collezione privata (via WikiArt [Public domain])

.

.


Abstract


Italiano

Quando scoppiano i primi moti di piazza a Pietroburgo, i dirigenti del Psi hanno una conoscenza assai superficiale del socialismo russo e dei suoi contrasti interni, nonostante i contatti avuti a Zimmerwald e a Kienthal. L’imperversare della censura e la necessità di ricorrere a notizie di seconda e terza mano rendono difficile il formarsi un’idea chiara e in tempo reale di quel che accade in Russia. Contraddizioni e oscillazioni nei giudizi caratterizzano soprattutto gli articoli dell’«Avanti!», ma in realtà ogni corrente in cui è diviso il Psi tende ad accogliere e a sottolineare dei fatti russi soltanto ciò che torna utile alla propria parte nelle polemiche interne. Nel dopoguerra, la rivoluzione russa influenzerà fortemente le strategie e i programmi di ciascuna fazione.

Parole chiave: Assemblea Costituente, bolscevismo, dittatura proletaria, Partito socialista italiano, Rivoluzione russa.

English

When the first uprisings burst in Petersburg, the officials of the Italian Socialist Party had a superficial knowledge of the Russian socialism, despite the contacts they had in Zimmerwald and Kienthal. The censorship prevailed everywhere and the obligation to resort to second-hand and third-hand news hardly let possible forming a clear idea and in real time of what happened in Russia. Contradictions and continual oscillations of the judgments characterized above all the articles of the newspaper «Avanti!», but actually every current into which the Socialist Party was split tended to share and highlight only those Russian facts deemed useful to their own side when inner disagreements occurred. In the postwar period, the Russian revolution influenced the strategies and the programs of every political faction.

Keywords: Bolshevism, Constituent Assembly, Italian Socialist Party, Proletarian dictatorship, Russian Revolution.


.


Testo integrale


[» Scarica l’articolo in PDF]

Download (PDF, 601KB)

.


L’autore


Giovanna Savant è Dottoressa di ricerca in Studi politici e membro del Comitato Scientifico dell’Istituto Gramsci di Torino, col quale collabora attivamente. Ha scritto alcuni saggi su Antonio Gramsci e sull’elitismo apparsi in volumi collettanei e su riviste.
.


Per citare questo articolo


Savant, Giovanna, «La rivoluzione russa e i socialisti italiani nel 1917-18», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 32, 4|2017

URL: <http://www.studistorici.com/2017/12/29/savant_numero_32/>

.


Licenze


Creative Commons License«La rivoluzione russa e i socialisti italiani nel 1917-18» by Giovanna Savant / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

.

tag_red , , , , , , , , ,

Scrivi un commento