ISSN: 2038-0925

3/ David Lilienthal, la Banca Mondiale e lo sviluppo una rete transnazionale di economic advising (1950-1957)

di Elisa GRANDI
Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 6, 2|2011

040711_WorldBank_Spring_001F" by World Bank Photo Collection on Flickr (CC-BY-NC-SA)

"40711_WorldBank_Spring_001F" by World Bank Photo Collection on Flickr (CC-BY-NC-SA)

L’international economic advising si costruisce nell’interazione tra diversi attori che agiscono su più livelli. Tra le organizzazioni economiche internazionali e i governi che ne ricevono le missioni si collocano una serie di soggetti che permettono la concreta coordinazione e applicazione dei piani di sviluppo. Il nostro articolo descrive l’interazione tra la International Bank for Reconstruction and Development, comunemente nota come Banca Mondiale e David Lilienthal, che collaborò con la Banca in alcune missioni effettuate negli anni ’50. Si analizzano in particolare i primi progetti, fornendo alcune considerazioni sulla maniera in cui le politiche adottate sono emerse e sulla ricezione di queste politiche da parte dei Paesi interessati, attraverso l’acquisizione di un “know-how” sviluppato nell’interazione con la Banca. I casi presi in esame mostrano come le prime fasi di collaborazione tra David Lilienthal e la Banca hanno contribuito allo sviluppo di una rete transnazionale di esperti economici da cui hanno preso forma le politiche e gli stessi progetti attivati, intendendo questi ultimi come una serie di istituzioni continuamente riadattati dalle strategie degli attori interessati.

International economic advising is built on the complex interaction between different actors on many levels. Multiple entities are positioned between international lending institutions and local governments in the coordination of development programs. Our article focuses on the interaction between the International Bank for Reconstruction and Development, commonly called “The World Bank”, and David Lilienthal who collaborated with the international missions led by the Bank during the 50s. We analyze their first projects together, shedding light on the way in which their policies emerged and on the reception of these policies by host countries, through the development of a “know-how” in the interaction with the World Bank. The three cases taken in exam illustrate how the first steps of the collaboration between David Lilienthal and the World Bank contributed to the development of a transnational network of economic advisors that shaped developmental policies and projects as a set of institutions continually readapted by actors’ strategies.

[...» Scarica l'articolo completo in PDF]

Download (PDF, 754KB)

.


Per citare questo articolo


GRANDI, Elisa, «David Lilienthal, la Banca Mondiale e lo sviluppo una rete transnazionale di economic advising (1950-1957)», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea: Storia transnazionale e prospettive transnazionali nell’analisi storica, N. 6, 2|2011,
URL:<http://www.studistorici.com/2011/04/30/grandi_numero_6>

tag_red , , , , , ,

Scrivi un commento