ISSN: 2038-0925

“Oltre le crisi: Rinnovamento, Ricostruzione e Sviluppo dei Territori”

Call for papers – XL Conferenza scientifica annuale

Aquila (AQ), 16-18 settembre 2019 

 

 

L’Associazione Italiana di Scienze Regionali (A.I.S.Re) annuncia la sua XL Conferenza Scientifica Annuale, incontro che accoglie i contributi di studiosi provenienti da diverse discipline afferenti all’ambito delle scienze regionali, e invita gli interessati a presentare lavori scientifici originali.

Le tensioni socio-economiche provocate dalla recente crisi globale hanno richiesto ai sistemi territoriali risposte oltre la semplice resilienza, sollecitando strategie per il rinnovamento e la ricostruzione dei luoghi dove vivere e produrre che definissero una solida traiettoria di crescita e sviluppo. Tali strategie sono state richieste in particolare quando accanto ad una diffusa crisi economica si siano manifestati, in aggiunta, una serie di eventi configurabili come shock esogeni al sistema quali ad esempio le tensioni connesse alla gestione dei flussi migratori verso i Paesi europei o il verificarsi di disastri naturali ed ambientali causati anche da terremoti e uragani, dal surriscaldamento globale o dall’attività umana, o, infine, il perpetrarsi di attacchi terroristici.

Un altro fenomeno che genera un diffuso clima di insicurezza legato alla condizione economico-finanziaria è rappresentato dall’accentuarsi, dei divari economici e sociali tanto tra regioni quanto all’interno delle regioni stesse. Ciò ha portato all’affermarsi di policy volte essenzialmente alla chiusura dei confini, alla difesa dei livelli di benessere locali nonché a forti risentimenti anti-establishment anche a seguito della marginalizzazione di molte aree periferiche. La sfida della resilienza, storicamente e prevalentemente economica, diventa così più articolata e complessa, abbracciando al suo interno anche quella della resilienza sociale ad essa profondamente legata.

A fronte di questi eventi, i comportamenti dei territori appaiono fortemente eterogenei. Una delle questioni più rilevanti su cui le scienze regionali hanno avviato una profonda riflessione negli ultimi anni ruota attorno al perché alcuni luoghi, in conseguenza di un qualche tipo di shock, siano in grado di rinnovarsi e crescere, mentre altri restino frenati in uno stato di declino. Comprendere i fattori che influenzano la capacità di un luogo di reagire a un cambiamento più o meno inaspettato chiede di individuare i fattori che influenzano lo sviluppo territoriale, nonché le politiche e le strutture di governance che possano meglio avviare e/o facilitare il cambiamento.

Nella XL Conferenza annuale si vuole prestare particolare attenzione alle analisi, alle metodologie, alle proposte di politiche volte ad affrontare il tema della crescita e dello sviluppo dei territori a seguito della lunga recessione o di altri shock esterni, con particolare riferimento non solo alle specifiche risposte a tali eventi perturbanti, ma anche alle strategie di rinnovamento, adattamento e ricostruzione in chiave di sviluppo messe in atto a seguito dello shock. Si intende inoltre fare riferimento alla crescente disparità tra aree centrali ed aree interne, tra Nord e Sud dei Paesi e dell’Europa, all’equità territoriale e alla coesione nazionale;
Una particolare declinazione del tema generale della Conferenza riguarderà, infine, la ricostruzione a seguito di eventi sismici e la comparazione di simili accadimenti nelle diverse aree del paese. Nel 2019 cadrà, infatti, il decennale del sisma che ha colpito la città dell’Aquila., ricorrenza che suggerisce una riflessione sulle responsabilità della ricostruzione di un territorio verso le generazioni presenti e verso quelle future, che offre un’occasione per fare il punto sulle criticità ma soprattutto sulle opportunità che sono state colte per un nuovo percorso di crescita a partire dalla ricostruzione materiale e sociale del tessuto socio-economico locale, e che infine sottolinea l’opportunità di analisi della policy che possa utilmente informare la conoscenza sin qui accumulata in merito alla gestione delle crisi e al rinnovamento post-evento.

La XL Conferenza scientifica annuale sarà anche l’occasione per celebrare i 40 anni dalla costituzione dell’Associazione Italiana di Scienze Regionali con eventi che ripercorreranno le attività svolte dalla sua nascita.

Ricorrenza del quarantesimo anno della fondazione dell’Associazione Italiana di Scienze Regionali

Quest’anno ricorrono i 40 anni dalla fondazione dell’Aisre e l’associazione desidera festeggiare questo evento attraverso varie attività: dedicando una sessione plenaria in forma di tavola rotonda (coordinata da Patrizia Lattarulo) a ripercorrere il passato, per proporre rinnovate visioni del futuro dell’associazione; proponendo una raccolta di saggi in due volumi estratti dalle passate edizioni della collana Scienze regionali (a cura di Roberta Capello e Laura Resmini); pubblicando un numero speciale della rivista Italian Regional Science dedicata al futuro delle scienze regionali (a cura di Guido Pellegrini e Fabio Mazzola). Inoltre verrà distribuita una brochure aggiornata sull’attività associativa e sugli organi di direzione dell’Aisre nei passati anni (a cura di Corinna Morandi, Lidia Diappi, Enrico Ciciotti). L’aperitivo serale di apertura verrà dedicato a “Buon compleanno Aisre”.

Sessioni Plenarie e Semiplenarie

La Conferenza dedica la sessione plenaria ad una tavola rotonda su “Disastri naturali, aree periferiche e resilienza” a cui prenderanno parte: Simona Iammarino (LSE); Andrès Rodríguez-Pose (LSE); Ron Boschma (University of Utrecht); Philip MacCann (University of Sheffield) e Fabrizio Barca (Fondazione Basso). Ulteriori momenti comuni saranno dedicati alla celebrazione del XL anniversario dell’Aisre con la tavola rotonda presieduta dal Presidente dell’Aisre Guido Pellegrini e coordinata dal segretario Patrizia Lattarulo “L’AISRe e lo sviluppo delle Scienze Regionali in Italia” a cui sono stati invitati a partecipare Roberto Camagni, Riccardo Cappellin, Lidia Diappi, Lanfranco Senn, Alessandra Faggian, Ugo Fratesi, Marco Mariani. La rivista Scienze Regionali – Italian Journal of Regional Science proporrà l’intervento di un accademico internazionale su temi rilevanti per le scienze regionali nella forma di Lectio. Michael Storper (LSE) interverrà sul tema “The Rise and Fall of Interregional Inequalities: A Long-Run View”.

Sessioni Parallele

L’A.I.S.Re sollecita la presentazione di lavori scientifici sulle tematiche appartenenti alle scienze regionali riguardanti i seguenti argomenti:

A. Governance, politiche pubbliche regionali e territoriali, programmazione europea

1. Governance, programmazione, valutazione di piani e programmi; programmazione europea
2. Istituzioni, servizi pubblici e finanza territoriale
3. Relazioni e politiche internazionali, cooperazione

B. Crescita, disparità regionali e sub-regionali, economia locale
4. Crescita e sviluppo regionale e urbano
5. Sviluppo sostenibile e green economy
6. Aree interne, terre alte e sviluppo rurale

C. Imprese, innovazione, catene del valore e sistemi produttivi 
7. Imprese, sistemi produttivi e politiche industriali regionali
8. Servizi alle imprese e sviluppo regionale
9. Conoscenza, innovazione e sviluppo

D. Metodi di analisi territoriale e valutazione
10. Metodi e modelli di analisi territoriale ed econometria spaziale
11. Valutazione di politiche e interventi pubblici
12. Didattica e discipline delle scienze regionali

E. Lavoro, welfare, servizi alla persona e politiche sociali
13. Mercati regionali del lavoro, demografia, immigrazione
14. Welfare, disuguaglianze, servizi alla persona e politiche sociali
15. Istruzione, formazione e occupazione

F. Benessere, cultura, turismo
16. Indicatori di benessere, capitale sociale e sviluppo locale
17. Cultura, turismo e marketing territoriale
18. Creatività e distretti culturali

G. Urbanistica, mercato immobiliare e processi di sviluppo delle città
19. Trasformazioni urbane e mercato immobiliare
20. Processi di urbanizzazione e sviluppo, pianificazione territoriale
21. Periferie e riqualificazione urbana e sociale

H. Infrastrutture, trasporti e servizi a rete
22. Infrastrutture, accessibilità, servizi a rete
23. Mobilità e trasporti urbani, a scala interregionale, europea
24. Logistica e trasporto delle merci

Un elenco dettagliato delle tematiche oggetto della Conferenza è consultabile sul sito dell’Associazione (si veda qui).

PROCEDURE E SCADENZE

Sono previste tre modalità di partecipazione alla Conferenza:

  • con singoli contributi che saranno selezionati e assegnati dal Comitato di referaggio della Conferenza a sessioni parallele in funzione del tema indicato dagli autori al momento dell’invio dell’abstract (cfr. i 24 temi di scienze regionali precedentemente elencati);
  • con sessioni organizzate e policy session. È possibile proporsi come organizzatore di sessione (non più di due sessioni per organizzatore) su tematiche specifiche assumendosi l’impegno di invitare ricercatori e studiosi interessati a iscriversi alla conferenza e a proporre propri contributi. Ai coordinatori è richiesto il pagamento dell’iscrizione all’associazione; se il pagamento avviene entro il 20/05/2019 l’iscrizione alla conferenza è gratuita. In caso di sessioni co-organizzate, l’agevolazione è riservata ad uno solo degli organizzatori. Coloro che fossero interessati a organizzare una sessione tematica devono comunicare il nominativo del responsabile scientifico organizzativo, il titolo della sessione e il numero indicativo di relazioni previste (5 per ciascun modulo di 2 ore) entro e non oltre il 1 marzo 2019 alla Segreteria (segreteria.tecnica@aisre.it). L’accettazione delle sessioni sarà comunicata via e-mail al proponente entro dieci giorni. Le sessioni accettate saranno caricate di volta in volta sul sito e gli abstract invitati, al momento dell’inserimento, dovranno farvi riferimento;
  • con poster allocati in una sessione dedicata e gestita dall’A.I.S.Re La stampa e il trasporto dei poster saranno responsabilità degli autori. Coloro che fossero interessati devono inviare un abstract seguendo la medesima procedura prevista per i contributi, specificando nel titolo la modalità poster. Allo scopo di sollecitare l’interesse verso questa modalità di partecipazione alla Conferenza è stata prevista la sponsorizzazione da parte di A.I.S.Re di un premio per il miglior lavoro, per un importo pari a €500 lordi. Una apposita commissione valuterà l’approfondimento tematico – metodologico della presentazione, nonché la capacità comunicativa e di sintesi per assegnare il premio.

Le istruzioni per i relatori, per l’editing dei paper e dei poster sono disponibili sul sito della conferenza nella apposita sezione.

Ogni relatore, sia individuale che invitato a una sessione organizzata, dovrà far pervenire un abstract (min. 300 – max. 400 parole) del paper o del poster entro e non oltre il 22 marzo 2019 per via telematica attraverso il sito web dell’Associazione (www.aisre.it) seguendo la procedura indicata nel sito stesso. Si ricorda che ogni ricercatore sarà ammesso a presentare al massimo due contributi (paper e/o poster) anche se potrà comparire come co-autore più volte. Nell’inviare l’abstract, tutti i contributi devono essere classificati in uno dei 24 temi proposti e solo i contributi invitati alle sessioni organizzate, devono essere classificati nell’apposita casella; gli autori di poster devono esplicitare nel titolo che si tratta di un poster. Al fine di agevolare la partecipazione da parte di ricercatori e studiosi stranieri, saranno organizzate sessioni in lingua inglese sulle diverse tematiche della conferenza. Gli autori che intendono presentare il proprio contributo in lingua inglese devono riportare la sigla “EN” in fondo al titolo.

Gli abstract dei contributi inviati spontaneamente saranno valutati da un Comitato di referaggio. L’accettazione del contributo sarà comunicata agli autori registrati al momento dell’invio, entro il 12 aprile 2019 e l’elenco degli abstract dei contributi accettati sarà pubblicato sul sito dell’Associazione.

Il pagamento delle quote a tariffa ridotta dovrà pervenire entro e non oltre il 20 maggio 2019, attraverso il sito web dell’Associazione (www.aisre.it). Dalla stessa data potranno essere inviati i paper fino e non oltre il 2 settembre 2019. Tutti i paper inviati saranno resi disponibili in tempo reale sul sito per la consultazione.

Il Programma scientifico della Conferenza verrà redatto sulla base delle iscrizioni perfezionate attraverso il pagamento delle quote e verrà pubblicato sul sito dell’Associazione entro il mese di luglio. Dal programma definitivo e dal sito verranno comunque eliminate le relazioni non presentate effettivamente durante la Conferenza e/o di cui non risulterà pervenuto entro il 21 giugno 2019 il pagamento delle quote d’iscrizione. Non è previsto per gli autori il pagamento dell’iscrizione in sede della Conferenza.

Il Presidente di sessione sarà scelto e contattato dal Segretario tra gli iscritti. Il Presidente svolgerà la funzione di coordinatore della sessione. Ogni relatore svolgerà la funzione di discussant del paper successivo; ove mancante il relatore, il ruolo di discussant è assunto dal Presidente.

L’A.I.S.Re, per promuovere la diffusione delle Scienze Regionali fra i giovani studiosi, premia i migliori lavori con i riconoscimenti di seguito indicati:

  • Premio di laurea e Premio di dottorato. L’A.I.S.Re bandisce annualmente un concorso per un premio di laurea e un premio di dottorato. I vincitori del concorso sono tenuti a presentare un contributo ricavato dalla tesi di laurea o di dottorato a una sessione della Conferenza Italiana di Scienze Regionali. L’Associazione si riserva di pubblicare i saggi ritenuti particolarmente interessanti nella propria collana di Scienze Regionali. Saranno prese in considerazione solo le candidature pervenute entro il 4 aprile 2019. L’esito della selezione verrà comunicato agli autori entro l’7 maggio 2019 e l’elenco dei lavori premiati sarà pubblicato sul sito dell’Associazione.
  • Premio per il miglior saggio presentato da un giovane studioso (in collaborazione con GSSI). Al fine di incentivare la partecipazione dei giovani, l’A.I.S.Re, con il contributo del GSSI, ha deciso di premiare il paper più innovativo e originale presentato e scritto da un giovane studioso delle scienze regionali. Saranno presi in considerazione solo i paper pervenuti entro il 20 maggio 2019 e scritti interamente da giovani studiosi. Per giovane studioso è da intendersi colei/colui che, alla data di inizio della Conferenza, non abbia ancora compiuto 35 anni. Il premio non è cumulabile con gli altri premi e riconoscimenti istituiti dall’A.I.S.Re nello stesso anno. L’esito della selezione verrà comunicato al vincitore entro il 3 giugno 2019 e l’elenco dei lavori premiati sarà pubblicato sul sito dell’Associazione.
  • Premio per il miglior poster. Il premio è rivolto al poster dai contenuti più originali, più esaustivo nella presentazione, più comunicativo e capace di sintesi. Il premio verrà assegnato tra i poster presentati alla Conferenza, a seguito della valutazione di una Commissione appositamente costituita.

Le domande di partecipazioni e relative istruzioni vengono pubblicate con apposito bando consultabile sul sito dell’associazione ww.aisre.it, nella sezione Premi.

QUOTE E MODALITÀ DI ISCRIZIONE ALL’ASSOCIAZIONE E ALLA CONFERENZA

Per iscriversi alla Conferenza in qualità di autore o coautore di paper è richiesta anche l’iscrizione all’Associazione come Soci (Individuali, Collettivi o Giovani). I Soci ricevono l’abbonamento alla rivista Scienze Regionali per l’anno solare successivo a quello dell’iscrizione (www.rivistasr.it/), i volumi della Collana di Scienze Regionali (FrancoAngeli) pubblicati durante l’anno dell’iscrizione, l’iscrizione alla Regional Science Association International (RSAI), che dà diritto all’abbonamento on-line alla rivista Papers in Regional Science per l’anno solare successivo all’iscrizione e all’opportunità di iscriversi a quota ridotta alle Conferenze annuali delle Associazioni internazionali European Regional Studies Association (ERSA) (www.ersa.org/) e Regional Studies Association International (RSAI) (www.regionalscience.org/).

Le iscrizioni all’associazione possono essere effettuate in concomitanza con l’iscrizione alla conferenza o in qualsiasi altro momento antecedente alla conferenza. Le iscrizioni eseguite dopo il mese di dicembre valgono per l’anno sociale successivo. L’anno sociale dell’A.I.S.Re decorre dal 1 luglio al 30 giugno.

L’iscrizione alla Conferenza Annuale dà diritto a partecipare a tutte le sessioni, a ricevere i materiali della Conferenza e a beneficiare dei servizi previsti durante i lavori della Conferenza.

Per iscriversi alla Conferenza e all’Associazione occorre compilare i moduli di iscrizione presenti sul sito dell’Associazione (www.aisre.it). Le quote di iscrizione devono essere versate tramite un unico bonifico bancario. Le quote di iscrizione devono essere versate tramite un unico bonifico bancario, con spese a carico dell’ordinante, sul conto corrente intestato a:

A.I. S. Re. – Associazione Italiana di Scienze Regionali

IBAN: IT80T0200804642000105085070

Bic/Swift UNCRITM1O55

UniCredit, Filiale Via Ruggero Settimo 26, 90141 Palermo

Oppure utilizzando il servizio di pagamento on-line PayPal accessibile dal sito dell’Associazione

I giovani soci devono inviare alla segreteria copia di un documento d’identità (segreteria.tecnica@aisre.it).

 

Sede della Conferenza

Gran Sasso Science Institute – Via Michele Jacobucci, 2, 67100, L’Aquila (AQ) – www.gssi.it

Segreteria Tecnica A.I.S.Re

Diana Sarmiento, Enrico Pagano segreteria.tecnica@aisre.it.

Scrivi un commento