ISSN: 2038-0925

4/ «Gruppi informali» come attori dello sviluppo: il caso della colonia francese di Saint-Domingue, 1664-1763

di Giovanni VENEGONI
Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 6, 2|2011

&quotHistoire des Adventuries Filibustiers, qui sont Signalez dans les Indes. Paris, 1699" by Burns Library, Boston College on Flickr (CC-BY-NC-SA)

"Histoire des Adventuries Filibustiers, qui sont Signalez dans les Indes. Paris, 1699" by Burns Library, Boston College on Flickr (CC-BY-NC-SA)

La colonia francese di Saint-Domingue (oggi nota come Haiti) fu, tra la metà del XVII secolo e la fine del XVIII, una regione rinomata per la presenza di «gruppi informali» attivi nell’area caraibica: i bucanieri, i contrabbandieri e i pirati residenti sulle coste occidentali di Española trovarono nell’appoggio offerto dai funzionari coloniali un essenziale sostegno per creare una rete di azioni militari e scambi commerciali estesa ben oltre il Mar dei Caraibi, fino all’Atlantico Meridionale e all’Oceano Pacifico. Questo breve scritto analizza il rapporto istituitosi tra autorità locali e «gruppi informali», al fine di identificare le cause materiali e le ragioni politico-strategiche che ne favorirono lo sviluppo e, inoltre, di inquadrare gli effetti a breve e lungo termine sull’evoluzione delle strutture economiche e sociali degli insediamenti domingouis.

The French colony of Saint-Domingue (today Haiti) have been known, between the first half of the 17th century and the end of the 18th, for the presence of «informal groups» active in the Caribbean area. Buccaneers, smugglers and pirates who resided on the western coasts of Española found, in the assistance offered by colonial officers, the main support to create a network based on military actions and commercial exchanges extended not only over the Caribbean Sea, but over the southern Atlantic and the Pacific Ocean. The aim of this article is to analyze the relations established between local authorities and these «informal groups», seeking to identify material causes and political-strategic reasons that favored their development. Moreover, it tries to recognize brief and long term effects in the Saint-Domingue economic and social structures evolution.
[...» Scarica l'articolo completo in PDF]

Download (PDF, 753KB)

.


Per citare questo articolo


VENEGONI, Giovanni, «”Gruppi informali” come attori dello sviluppo: il caso della colonia francese di Saint-Domingue, 1664-1763», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea: Storia transnazionale e prospettive transnazionali nell’analisi storica, N. 6, 2|2011,
URL:<http://www.studistorici.com/2011/04/29/venegoni_numero_6>

tag_red , , , , , , ,

Scrivi un commento