ISSN: 2038-0925

14/ Il consenso delle sinistre italiane all’integrazione europea (1950-1969)

di Maria Serena ADESSO

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 9, 1|2012

.

.

ABSTRACT TESTO INTEGRALE L’AUTORE REFERENZE LICENZE

.

.

"P.C.I." by Roby Ferrari on Flickr (CC BY-SA 2.0)

“P.C.I.” by Roby Ferrari on Flickr (CC BY-SA 2.0)

.

.


Abstract


Italiano

L’oggetto della mia ricerca sono le sinistre italiane e il percorso, complesso, che ha portato le formazioni partitiche del nostro paese ad accettare prima, dopo alcuni anni di netta chiusura e serrati dibattiti interni, e a partecipare attivamente, poi, al processo di integrazione europea. Per rendere più agevole questa operazione, mi propongo di studiare due partiti politici: il PCI ed il PSI. La periodizzazione è funzionale a mostrare in maniera chiara l’iter delle due formazioni politiche nel loro graduale avvicinamento al processo di integrazione europea. Ho selezionato quattro momenti fondamentali sia della storia europea che di quella italiana: il 1950 è l’anno della nascita della CECA, il 1956-1957 è il biennio del XX congresso del PCUS, della rottura del “frontismo” nel nostro paese, della firma dei Trattati di Roma, il 1962-1963 vede il convegno dell’Istituto Gramsci sulle “Tendenze del capitalismo italiano” un vero punto di svolta per i comunisti e la formazione del primo governo italiano di centro-sinistra, il 1969 segna ingresso dei delegati delle sinistre italiane all’interno dell’emiciclo parlamentare europeo. Il percorso di adesione al progetto europeo è compiuto.

Parole chiave: Partito Comunista Italiano (PCI), Partito Socialista Italiano (PSI), integrazione europea, Parlamento europeo, consenso.

English

This paper investigates the role of the Italian Left political parties and the complex process towards their consensus to the integration of Italy into the European Union after years of debated rejection positions against the EU project. In order to better develop such an analysis, the following research focuses on two political parties, namely the PCI and PSI. The following research will be carried out by identifying four significant moments in the European and Italian history: 1950: when the European Coal and Steel Community (ECSC) was founded; 1956-1957: when the XX CPSU Congress took place, the so-called “frontismo” broke up in Italy and the Treatises of Rome were signed and the European Economic Community was rising; 1962-1963, a turning point for the Communists represented by the conference hold at Istituto Gramsci on “Directions of the Italian Capitalism”; 1969, when the Italian Left political delegates entered the EP.

Keywords: Italian Communist Party (PCI), Italian Socialist Party (PSI), European integration, European Parliament, consensus.


.


Testo integrale


[» Scarica l'articolo in PDF]


Download (PDF, 678KB)

.


L’autore


Maria Serena Adesso, Phd in “Storia dell’Europa moderna e contemporanea” presso l’Università degli studi di Bari, si occupa di storia dell’integrazione europea e storia dei partiti politici.

.


Per citare questo articolo


ADESSO, Maria Serena, «Il consenso delle sinistre italiane all’integrazione europea (1950-1969)», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 9, 1|2012

URL: <http://www.studistorici.com/2012/02/13/adesso_numero_9/>

.


Licenze


Creative Commons License«Il consenso delle sinistre italiane all’integrazione europea (1950-1969)» by Maria Serena Adesso / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione 2.5 Italia License.

.

tag_red , , , , , , , , ,

Scrivi un commento