ISSN: 2038-0925

8/ RECENSIONE: Mario COGLITORE, Viaggi coloniali. Politica, letteratura e tecnologia in movimento tra Ottocento e Novecento, Padova, Il Poligrafo, 2021, 164 pp.

di Anthony GOUTHEZ

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 50, 2|2022

.

RECENSIONE: Mario COGLITORE, Viaggi coloniali. Politica, letteratura e tecnologia in movimento tra Ottocento e Novecento, Padova, Il Poligrafo, 2021, 164 pp.

RECENSIONE: Mario COGLITORE, Viaggi coloniali. Politica, letteratura e tecnologia in movimento tra Ottocento e Novecento, Padova, Il Poligrafo, 2021, 164 pp.

Il percorso scientifico – e letterario sarebbe opportuno aggiungere – di Mario Coglitore si arricchisce ulteriormente con una ampia ricognizione sul mondo coloniale. Viaggi coloniali, politica, letteratura e tecnologia in movimento tra Ottocento e Novecento, che fin dal titolo fa riferimento ad una pluralità di aspetti che contraddistinsero l’epoca dell’imperialismo e che risultano necessari per comprenderla, ci conduce in un avvincente cuore di tenebra. Scandito secondo i movimenti musicali, il libro ha la capacità di farsi leggere a più livelli: lo studioso come il lettore comune trovano una materia di grande interesse per affrontare quel viaggio al termine della notte che fu il colonialismo. I tre atti dell’opera di Coglitore costituiscono altrettanti assaggi narrati per il piacere di chi sfoglia queste pagine, costruiti in un ordine studiato che corrisponde alla visione dell’autore: dalla storia dell’irlandese Roger Casement, che non esitò a denunciare con crudezza lo sfruttamento dei lavoratori sudamericani ed africani da parte delle grandi imprese occidentali, al ben noto romanziere Emilio Salgari e all’immagine che offrì del mondo coloniale estremo-orientale senza mai muoversi di casa, ma occupando egualmente un significativo spazio simbolico, analogo in questo ad un personaggio come Jules Verne; fino alla sanguinosa storia della realizzazione da parte dei colonizzatori francesi della linea ferroviaria Congo-Oceano, esempio truce di quanto poco contassero le vite dei locali nella mente dei dominatori coloniali spesso fra loro in competizione rispetto al commercio di materie prime. […]

[» Scarica l’articolo in PDF]

.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.


Testo integrale


Download (PDF, Sconosciuto)

.


L’autore


Anthony Gouthez laureato in Studi europei presso il Global Studies Institute dell’Università di Ginevra (Svizzera), in Storia delle relazioni internazionali presso l’Università di Grenoble Alpes (Francia) e in Scienze Politiche e relazioni internazionali presso l’università Lyon 3 (Francia), ha ottenuto nel 2022 il titolo di Dottore di ricerca in Storia dell’Europa presso l’Università Roma “La Sapienza” con una tesi dal titolo Il progetto Trans Europ Express e la costruzione europea.

.


Per citare questo articolo


GOUTHEZ, Anthony, «RECENSIONE: Mario COGLITORE, Viaggi coloniali. Politica, letteratura e tecnologia in movimento tra Ottocento e Novecento, Padova, Il Poligrafo, 2021, 164 pp.», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 50, 2|2022

URL: <http://www.studistorici.com/2022/06/29/gouthez_numero_50/ >

.


Licenze


Creative Commons License«RECENSIONE: Mario COGLITORE, Viaggi coloniali. Politica, letteratura e tecnologia in movimento tra Ottocento e Novecento, Padova, Il Poligrafo, 2021, 164 pp.» by Anthony Gouthez / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Unported.

.

Scrivi un commento