ISSN: 2038-0925

7/ RECENSIONE: Carlo GREPPI, Il buon tedesco, Roma-Bari, Laterza, 2021, 280 pp.

di Gabriele TEDESCHINI

Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 50, 2|2022

.

RECENSIONE: Carlo GREPPI, Il buon tedesco, Roma-Bari, Laterza, 2021, 280 pp.

RECENSIONE: Carlo GREPPI, Il buon tedesco, Roma-Bari, Laterza, 2021, 280 pp.

La storia non è tutta in bianco o in nero, ma è fatta di sfumature. E sono proprio queste sfumature ad interessare il lavoro degli storici. Il capitano della marina tedesca Rudolf Jacobs è stato una di queste sfumature; un uomo che ha deciso di prendere una posizione marcata e disertare il suo esercito per unirsi alla resistenza. Perché lo ha fatto? In questo libro Carlo Greppi svolge su di lui un’approfondita ricerca sfruttando al massimo i documenti, a volte solo brani, pezzi, brandelli, per narrare una parte della Storia poco conosciuta, magari non fatta pervenire a noi volutamente: quella di militari tedeschi e austriaci che hanno disertato il loro esercito per unirsi al partigianato. È un lavoro di pregio che racconta una storia, ma che svela anche, in modo sciolto e disinvolto, la metodologia di ricerca storica che ne è alla base. È un libro che invita alla riflessione sugli eventi, sulle scelte e, in definitiva, sulla natura stessa dell’uomo, posto a compiere scelte ardue in alcuni momenti cruciali della storia. […]

[» Scarica l’articolo in PDF]

.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.


Testo integrale


Download (PDF, Sconosciuto)

.


L’autore


Gabriele Tedeschini nel 2020 ha conseguito la laurea magistrale in Storia dal Medioevo all’Età Contemporanea presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Le sue ricerche vertono sulla storia contemporanea dell’America Latina, in particolare dell’Argentina, durante il periodo del cosiddetto Proceso de Reorganización Nacional. È autore del saggio La dittatura militare argentina dal 1975 al 1983 (Guardiagrele, Eurografica, 2014). Nel febbraio 2020 ha partecipato alla Student Conference “Di cosa parliamo quando parliamo di storia. Riflessioni e prospettive storiografiche”, tenutasi a Pavia, in cui ha presentato il suo lavoro di tesi magistrale sull’influenza dell’azione psicologica della dittatura argentina (1976-83) sugli operai ferroviari dello stabilimento di Remedios de Escalada. Nell’agosto 2021 è stato relatore, presso il 1° GNC di Münster, con una presentazione sul quadro generale europeo e del Medio oriente negli anni Ottanta e sulla strategia NATO durante Guerra Fredda. Dal 15 febbraio 2021 al 21 ottobre dello stesso anno è stato consulente storico presso il Quartier Generale delle Potenze Alleate in Europa.

.


Per citare questo articolo


TEDESCHINI, Gabriele, «RECENSIONE: Carlo GREPPI, Il buon tedesco, Roma-Bari, Laterza, 2021, 280 pp.», Diacronie. Studi di Storia Contemporanea, N. 50, 2|2022

URL: <http://www.studistorici.com/2022/06/29/tedeschini_numero_50/>

.


Licenze


Creative Commons License«RECENSIONE: Carlo GREPPI, Il buon tedesco, Roma-Bari, Laterza, 2021, 280 pp.» by Gabriele Tedeschini / Diacronie. Studi di Storia Contemporanea is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Unported.

.

Scrivi un commento